Coppa Italia: la Lega Pro impegna la B


Si è concluso il secondo turno di Coppa Italia, con le altisonanti esclusioni di Bologna e Livorno. Al di la di queste sconfitte che fanno notizia, va precisato che molte altre squadre di B hanno faticato parecchio per aver ragione su quelle di Lega Pro, venendo impegnate oltremodo e costrette ai supplementari o ai rigori per avere il sopravvento

di Massimo Righi

Alla faccia della formalità. Detto ampiamente dei rossoblù, umiliati in casa dall’Aquila nel primo precedente ufficiale assoluto, il Livorno ha ceduto fra le mura amiche al Bassano; ai veneti infatti, bastano cinque minuti nel finale per eliminare i labronici. È Iocolano a dispensare magie, che con un gol, un palo e due assist trascina i suoi alla vittoria. Fra le altre di B eliminate c’è l’ambizioso Frosinone, superato ai rigori dal Como al Matusa dopo aver subito l’iniziativa lariana per ampi tratti della partita. Fuori anche il Trapani, battuto 2-1 in casa dalla Cremonese dove spicca la prestazione del portiere Venturi (scuola Bologna) determinante con le sue parate. Anche il Crotone ha perso ai rigori come il Frosinone, punito dalla Casertana. Fuori anche il Carpi, battuto dal Pisa con Giovinco Jr ed Arma in forma splendida, quest’ultimo autore di un gol pregevole. Queste sei di B eliminate, dovranno leccarsi in fretta le ferite e magari porre rimedio ai propri guai: il campionato incombe. Fuori anche la Pro Vercelli, eliminata dal Brescia con Caracciolo sugli scudi. Un classico scontro alla pari in una sorta di antipasto pre campionato.

La Coppa Italia ha già visto l'esclusione di Bologna e Livorno al secondo turno

La Coppa Italia ha già visto l’esclusione di Bologna e Livorno al secondo turno

Le altre di B, hanno faticato parecchio ma hanno passato tutte il turno. I risultati più netti, se tali si possono definire, sono stati quelli del Perugia, 2-0 al FeralpiSalò e dell’Avellino, vincitore sul Venezia con lo stesso punteggio. Gli umbri, primi avversari del Bologna nell’ opening match della B, hanno sfoderato una buona prestazione contro un arcigno FeralpiSalò, mostrando un Rodrigo Taddei in forma e un tonico Falcinelli, autori dei gol vittoria. Bene anche gli irpini a liquidare il Venezia, nonostante l’infortunio di Castaldo. Fatica anche il Catania, protetto dalla parate di Terracciano che sbarra la strada ad un più che meritevole Sudtirol, sconfitto per 1-0 dal gol di Martinho dopo una bella combinazione in rapidità. A Terni, splende il gioiellino uruguayano Avenatti, che con una doppietta piega la resistenza del Catanzaro, sconfitto dalle fere rossoverdi per 2-1. A Latina, nella gara avara di spettacolo fra i locali e il Novara, in odore di B, si deve ricorrere ai rigori per permettere ai laziali di avere la meglio sui piemontesi, come pure in Pescara-Renate ed in Modena-Monza, con abruzzesi ed emiliani più freddi dagli undici metri. Non è tutto, anche la matricola Entella passa dal dischetto contro il Benevento dopo il 2-2 al 120’. Il Bari passa al San Nicola contro il Savona per 2-1 grazie alla splendida rovesciata di De Luca, il Lanciano fa lo stesso con Thiam, match winner con un bel gol che stende l’Alessandria. Spumeggiante il 3-2 con il quale il Varese si sbarazza di una coriacea Juve Stabia con Lupoli in splendida forma. Infine, lo Spezia spedisce a casa il Lecce degli ex felsinei Moscardelli e Della Rocca, grazie a un tocco sotto-misura di De Col, mentre il Cittadella elimina il Pontedera per 2-1 con rete decisiva dell’intramontabile Sgrigna in apertura di ripresa. Infine, si può affermare che quello appena concluso, sia stato il turno all’insegna dei portieri, saliti alla ribalta in diverse delle gare del secondo turno come veri e propri protagonisti ai fini del passaggio al 3° atto della competizione.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *