Corvino smentisce un coinvolgimento nel Lecce


Dopo le voci di ieri pomeriggio, arriva immediata la smentita della notizia di un coinvolgimento del ds rossoblù Pantaleo Corvino nella cordata che ha rilevato il Lecce

– di Marco Vigarani –

Pantaleo Corvino, nuovo responsabile dell'area tecnica del Bologna

Pantaleo Corvino smentisce di far parte della cordata pronta a rilevare il Lecce

Lecce e Corvino sono due fattori che inevitabilmente vengono spesso avvicinati. Oltre alla carta d’identità del dirigente nativo di Vernole, lo consiglia anche la storia visto che sette anni di splendido lavoro in giallorosso sono una pagina indelebile nella storia del club salentino insieme ai tanti campioni transitati in Puglia per poi proseguire con successo la loro carriera altrove. Così ieri, quando è stato reso noto che il Lecce stava per cambiare proprietà passando ad una cordata di imprenditori, il collegamento con Pantaleo Corvino è stato abbastanza immediato. La voce di un coinvolgimento del direttore sportivo rossoblù in un’operazione di acquisto e rilancio della società salentina girava già da alcuni mesi e si ipotizzava una partnership con l’imprenditore Enrico Tundo e l’avvocato Saverio Sticchi Damiani. Nella serata di ieri però è stato lo stesso Corvino a fare chiarezza in merito a tali voci smentendo categoricamente un suo coinvolgimento personale nell’iniziativa ricordando anzi il suo forte impegno nel costruire il futuro del Bologna per la prossima stagione.

Anche Sticchi Damiani ha poi negato di far parte del gruppo di quattro investitori interessati al Lecce ammettendo però di aver lavorato alla trattativa e di essere pronto ad accettare un eventuale ruolo ufficiale all’interno del nuovo organigramma. Tra pochi giorni comunque sarà fatta chiarezza sulle identità dei nuovi proprietari del Lecce che lunedì dovranno formalizzare l’accordo trovato ieri con l’attuale presidente Savino Tesoro ed il giorno successivo dovrebbero presentarsi in conferenza stampa. Fino alla fine del mese però avverrà poi una sorta di affiancamento delle due società per cercare di iscrivere il club alla Lega Pro e far fronte a tutti gli impegni economici previsti.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *