Costa d’Avorio campione d’Africa ai rigori


Finale al cardiopalma per la Coppa d’Africa 2015: vince la Costa d’Avorio sul Ghana grazie ad un rigore decisivo del portiere di riserva

– di Marco Vigarani –

Costa d'Avorio in trionfo (ph. CAF)

Costa d’Avorio in trionfo (ph. CAF)

C’è stato bisogno di arrivare fino ai rigori ad oltranza calciati dai portieri per assegnare l’edizione 2015 della Coppa d’Africa ma dopo tredici anni torna a trionfare la Costa d’Avorio al termine di un cammino convincente sin dal girone concluso al primo posto. Favorita nei pronostici sin dalla vigilia, la squadra di Renard regala così una soddisfazione anche al suo ormai ex simbolo Didier Drogba che ha annunciato l’addio alla Nazionale solo pochi mesi fa. La finale contro il Ghana non è certamente stata uno spot per il bel calcio anche a causa dell’evidente stanchezza di entrambe le compagini che hanno trascinato lo 0-0 per centoventi minuti prima di dare vita ad una spettacolare lotteria dagli undici metri che ha eletto nuovo eroe il portiere Boubacar Barry. Chiamato in causa all’ultimo momento dall’infortunio del titolare Gbohouo, egli ha neutralizzato un tiro al parmense Acquah nella prima batteria per poi bloccare il tentativo del collega Razak e pochi secondi dopo batterlo regalando alla Costa d’Avorio la meritata vittoria per 9-8. La storia per Yaya Tourè e compagni si ripete come nel 1992, ancora una volta arrivati in finale contro il Ghana ed in trionfo solo grazie alla freddezza dagli undici metri.

Boubacar Barry calcia il rigore decisivo (ph. AFP)

Boubacar Barry calcia il rigore decisivo (ph. AFP)

Si conclude così un’edizione che ha rispettato le attese vedendo uscire troppo presto la stella nascente dell’Algeria (ai quarti proprio contro la Costa d’Avorio) ma avanzare addirittura fino in semifinale i padroni di casa della Guinea Equatoriale. Non sono emersi purtroppo grandi talenti visto che anche la classifica marcatori si rivela estremamente corta con cinque calciatori in vetta a quota 3 mentre invece tra gli “italiani” spiccano le due reti del romanista Gervinho. Andato in scena anche il derby tra i due Congo, la gara più assurda è stata probabilmente la semifinale che ha visto il Ghana vincere 3-0 ma i tifosi padroni di casa bloccare l’incontro con un fitto lancio di oggetti in campo e contro il settore degli ospiti tanto da indurre il direttore di gara a fischiare in anticipo la fine dell’incontro. La Federazione ha poi emesso pochi giorni fa la sanzione a carico del Marocco che si era rifiutato di ospitare la Coppa d’Africa a causa dell’epidemia di ebola: esclusione dalle prossime due edizioni e doppia multa salatissima per un totale di circa 9 milioni di euro complessivi per danni d’immagine e risarcimenti agli sponsor.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *