CR7, una doppietta galactica: all’Allianz Arena apre Vidal, ma il Bayern affonda 1-2. Atletico di misura sul Leicester. Il Monaco passa 3-2 a Dortmund con un grande Mbappè


Il riassunto dei tre quarti di Champions del mercoledì: un super Ronaldo fa piangere Ancelotti; Dortmund frastornato e battuto in casa 2-3 dal Monaco

L’esultanza di Cristiano Ronaldo in Bayern-Real 1-2 (ph. Zimbio.com)

Lo spettacolo calcistico più bello d’Europa, quello della Champions League, emana i primi verdetti, in attesa delle gare di ritorno che vedranno coinvolte le squadre migliori del nostro continente. Dopo la netta vittoria della Juventus ai danni di un a dir poco imbarazzante Barcellona, il Real Madrid di Zinedine Zidane, campione in carica, ritrova il proprio ex-allenatore Carlo Ancelotti nelle vesti di “nemico” in un’Allianz Arena gremita e infuocata. Il Bayern, costretto a fare a meno di Hummels in difesa e Lewandowski in attacco, deve subire l’iniziativa dei rivali nel primo quarto d’ora del big-match, ma al 25′ è Vidal a punire (probabilmente troppo) severamente la brutta svista di Nacho su un cross apparentemente innocuo: l’ex-Juve sfrutta una lettura non all’altezza del difensore blanco per colpire di testa e rendere la vita più semplice ai propri compagni. L’1-0 scombina i piani delle Merengues, che poco prima dell’intervallo potrebbero addirittura subire la seconda rete, se solo Vidal non sbagliasse il 2-0 dal dischetto sul rigore concesso da Rizzoli per un fallo di mano in area inesistente. La conclusione alle stelle del centrocampista cileno rivitalizza il Real, che nel secondo tempo entra in campo con una marcia in più rispetto al Bayern e i risultati si vedono sin da subito: al 47′, infatti, Cristiano Ronaldo riporta in equilibrio la gara, passando tra Boateng e Martinez sull’assist di Carvajal e trafiggendo Neuer per il pareggio del Madrid. Se, nell’azione successiva, il portierone tedesco nega a Bale il gol del sorpasso, Javi Martinez rimedia il secondo giallo al 61′ e lascia in inferiorità numerica i propri compagni, già in netta difficoltà. E allora ci pensa ancora CR7 a chiudere definitivamente i conti, segnando il 100° gol in Europa al 77′, dopo l’incredibile miracolo di Neuer su Benzema. L’1-2 finale spiana la strada per la semifinale al Real, che tuttavia deve stare ben attento, nel match di ritorno, a un certo Lewandowski, pronto a rientrare per far sognare ancora i propri supporter e re Carlo.

L’esultanza di Kylian Mbappe e co. in Dortmund-Monaco 2-3 di Champions (ph. Zimbio.com)

Se, al Vicente Calderon, l’Atletico Madrid del Cholo Simeone piega di misura il Leicester di Craig Shakespeare grazie al rigore timbrato da Griezmann al 28′ dopo una bella ripartenza palla al piede e un fallo di Albrighton iniziato sicuramente fuori dall’area di rigore, il Dortmund di Thomas Tuchel, già frastornato da quanto accaduto martedì per via dei tre ordigni esplosivi che hanno fatto rimandare il quarto con il Monaco, perde nettamente 2-3 al Signal Iduna Park contro il team di Jardim. I francesi chiudono i conti nel primo tempo, quando Mbappè usurpa il ruolo di protagonista ad Aubameyang, conquistando prima il rigore sbagliato da Fabinho e andando in rete due minuti più tardi sul cross di Lemar. Il raddoppio è timbrato al 35′ da Bender, il cui intervento scomposto sul cross di Raggi assume presto la conformazione di un autogol imbarazzante e tramortente per i padroni di casa. A nulla serve nella ripresa l’1-2 di Dembele, perchè al 79′ è ancora Mbappè a ringraziare la difesa avversaria (brutto l’errore di Piszczek in appoggio a Socratis) e superare Burki per il 3-1 Monaco. A tenere viva la qualificazione per la gara di ritorno è la rete del 2-3 di Kagawa, che all’84’ supera due difensori rivali prima di spedire la sfera alle spalle di Subasic.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *