Crotone-Bologna, le voci dei protagonisti


Dopo la vittoria importante di Crotone, parlano il presidente del Bologna Joe Tacopina, il tecnico Diego Lopez e i rossoblù Karim Laribi e Fernando Coppola, protagonisti della gara

– di Marco Vigarani –

Diego Lopez in conferenza stampa

Diego Lopez in conferenza stampa

Arrivato fino a Crotone come una settantina di tifosi, anche il presidente Joe Tacopina al termine della gara vinta dai rossoblù esprima la sua soddisfazione per il successo: “Questa è una vittoria di cuore molto importante – dice l’avvocato che domani tornerà a New York per rientare in città fra una decina di giorni – perchè conquistata in trasferta e che ci colloca in una buona posizione di classifica: ora andiamo avanti così. Non guardo però troppo lontano ma ragiono di partita in partita come fa il nostro allenatore Lopez che ha fatto e sta continuando a fare un buon lavoro. Questa squadra vista oggi in campo è molto più forte di quella che aveva perso all’andata al Dall’Ara“.

Vittorioso nonostante scelte impopolari e rischiose, è sicuramente contento anche il tecnico Diego Lopez che spiega: “Abbiamo fatto una buona partita e devo fare i complimenti a miei ragazzi perchè sono rimasti concentrati e hanno corso quanto gli avversari. Il Crotone ci ha messi in difficoltà, è una squadra che meriterebbe una classifica diversa da quella che ha ma stavolta noi abbiamo fatto gol e loro no anche per merito del nostro portiere. L’unico appunto che posso fare al Bologna oggi è di non aver sfruttato al meglio qualche ripartenza per fare qualche gol in più. Confermo che siamo una squadra solida e matura che conosce bene il proprio potenziale e le difficoltà che ci aspettano nel proseguimento del campionato di Serie B: è una convinzione che nutro da diverso tempo. Ora non dobbiamo fare l’errore di considerare il mercato un discrimine che crei una squadra prima e una dopo perchè il gruppo è forte e coeso quindi i nuovi arrivati si stanno solo inserendo. Sono contento perchè già in questi primi giorni ho visto che anche questi ragazzi sono uomini veri che sanno quello che vogliono e che hanno qualità per migliorare ulteriormente la squadra. Sulla formazione dico che ho confermato quella che mi aveva fatto una buona impressione la settimana scorsa contro il Pescara anche se non avevamo conquistato la vittoria“.

Il portiere rossoblù Ferdinando Coppola

Il portiere rossoblù Ferdinando Coppola

Dopo essersi regalato una doppietta fondamentale, parla poi Karim Laribi: “Oggi non è stato facile vincere – ha ammesso il trequartista – perchè il Crotone ci ha messi in difficoltà ben oltre quello che si potrebbe attendere leggendo la classifica. Abbiamo dovuto correre e soffrire poi però quel mio cross è entrato e nel secondo tempo è arrivato anche il raddoppio: sono contento per la mia doppietta ma soprattutto perchè ha consentito alla squadra di conquistare un successo in trasferta. Alla fine ho provato a far fare gol anche a Cacia ma non ci sono riuscito, ora pensiamo alla prossima gara avendo guadagnato due punti sul Carpi. Questa vittoria è anche di quei ragazzi come Troianiello, Paramatti o Abero che non sono qui ma che si sono allenati con noi per tutta la settimana e fanno parte del gruppo“.

Infine si presenta davanti ai microfoni il portiere Fernando Coppola, protagonista di una gara importantissima culminata con il rigore parato a Torregrossa: “In quel caso lo studio che avevamo fatto in settimana sui loro rigoristi si è aggiunto all’intuito ma sono soddisfatto di quello che ho fatto soprattutto perchè è stato utile alla squadra. Personalmente ci metto passione ed impegno ogni singolo giorno ma il merito è di tutti i compagni che anche oggi hanno valorizzato quello che ho fatto. Ognuno fa il suo dovere e se grazie agli altri non dovessi più fare una parata sarei contento ugualmente. Dedico la vittoria a chi è dovuto rimanere a casa perchè siamo un gruppo importante che segue le indicazioni del mister ed i nuovi arrivati ci aiuteranno a crescere in termini di valori sia tecnici che umani“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *