Crotone e Cagliari sconfitte, sale il Novara. Colpaccio Lanciano


Le prime due della classe cadono nei rispettivi impegni, ma la sostanza non cambia: Crotone primo, Cagliari a -1. Sale al terzo posto il Novara, che si impone a Pescara, mentre in coda la Virtus Lanciano firma il colpaccio inguaiando la Salernitana

– di Luigi Polce –

Brescia travolgente, il Crotone va ko ma resta primo (ph. repubblica)

Brescia travolgente, il Crotone va ko ma resta primo (ph. repubblica)

Cadono le grandi. Questo il titolo per la giornata numero 31 della serie B, segnata dai ko di Crotone e Cagliari che tuttavia mantengono inalterate le posizioni in testa alla classifica. I calabresi infatti, nonostante il brusco stop nell’anticipo di Brescia (3-0 netto per le Rondinelle che ricordano nel migliore dei modi l’ex patron Gino Corioni, scomparso pochi giorni prima), restano in vetta con un punto di vantaggio sul Cagliari, sconfitto in casa dal Perugia (2-0) e ormai a secco di vittorie dal 20 febbraio, quando la banda Rastelli superò in rimonta il Pescara per due reti a uno. Proprio il Pescara è però la squadra più in crisi: i ragazzi di Oddo, dopo un ciclo di sette vittorie consecutive a cavallo tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016, hanno smarrito la via del successo scivolando addirittura al sesto posto dopo la battuta d’arresto casalinga nello scontro diretto contro il Novara, che grazie alle reti di Corazza ed Evacuo si prende il terzo posto solitario, con mister Baroni che dà un dispiacere alla sua vecchia tifoseria.

Il Lanciano fa festa a Salerno insieme ai suoi tifosi (ph. LaPresse)

Il Lanciano fa festa a Salerno insieme ai suoi tifosi (ph. LaPresse)

Davanti al Pescara ci sono adesso il Cesena, corsaro a Como in rimonta (3-1 per i romagnoli il finale) e lo Spezia, che supera con un netto 2-0 il Modena confermandosi la miglior squadra del 2016 in termini di punti conquistati. Sempre in piena zona play-off l’altra ligure, ovvero la Virtus Entella fermata sullo 0-0 a Livorno, con un interessantissimo derby tra Entella e Spezia che animerà la prossima giornata di campionato. Il Bari rilancia le sue ambizioni e riscatta un periodo difficile con un rotondo 6-2 sulla Pro Vercelli, con Rosina sugli scudi: doppietta e un gol, il primo, da vedere e rivedere, un sinistro a giro da posizione defilata che dà un bacio alla traversa prima di infilarsi alle spalle di Pigliacelli. Vince anche il Trapani (2-1 a Vicenza), così come l’Avellino che si impone ad Ascoli dopo una partita pazzesca: irpini avanti grazie ad una doppietta di Mokulu, rimontati poi da Jankto e da un’altra doppietta, firmata stavolta dall’ex Bologna Cacia. Partita finita? Assolutamente no, perchè Insigne e un penalty di Castaldo ribaltano ancora una volta il risultato, per la gioia dei Lupi. E’ 0-0 tra Ternana e Latina, mentre per quanto riguarda la lotta salvezza da segnalare l’importante successo della Virtus Lanciano, che grazie ad una doppietta di Di Francesco (figlio del tecnico del Sassuolo) sbanca Salerno e prosegue il momento d’oro della gestione Maragliulo: con lui in panchina sono arrivati 16 punti in 8 giornate per i rossoneri.

Due esoneri figli di questo turno di campionato: il Como esonera Festa e si affida a Cuoghi, mentre il Vicenza saluta Marino e sceglie Lerda.

Risultati: Brescia-Crotone 3-0; Ascoli-Avellino 3-4; Bari-Pro Vercelli 6-2; Como-Cesena 1-3; Livorno-Entella 0-0; Pescara-Novara 1-2; Salernitana-Virtus Lanciano 1-3; Spezia-Modena 2-0; Ternana-Latina 0-0; Vicenza-Trapani 1-2; Cagliari-Perugia 0-2

Classifica: Crotone 63; Cagliari 62; Novara 52 (-2); Cesena, Spezia 50; Pescara 49; Entella, Brescia 48; Bari 47; Trapani 44; Perugia, Avellino 43; Ternana 37; Virtus Lanciano 36 (-2); Latina, Modena, Ascoli 35; Livorno, Pro Vercelli 33; Vicenza 31; Salernitana 30; Como 23

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *