Crotone no-stop, il Cagliari tiene il passo. Poker Pescara, è 3°


I calabresi restano in testa alla serie B dopo la sofferta vittoria di Novara, anche il Cagliari vince di misura sulla Ternana. Il Pescara schianta il Perugia e si conferma al terzo posto, poi è bagarre per i play-off

– di Luigi Polce –

L'esultanza di Di Gennaro dopo il gol che regala tre punti al Cagliari (ph. lanuovasardegna)

L’esultanza di Di Gennaro dopo il gol che regala tre punti al Cagliari (ph. lanuovasardegna)

Continua la fuga a braccetto della coppia di testa Crotone-Cagliari. Dopo aver conquistato la vetta battendo il Cagliari nello scontro diretto di settimana scorsa, i ragazzi di mister Juric hanno espugnato anche il difficile campo del Novara dopo una partita parecchio sofferta, nella quale i calabresi hanno dimostrato due qualità importanti per poter credere nel sogno serie A: capacità di saper soffrire e tanto, tanto cinismo: un gran gol di Ricci al 34′ basta e avanza infatti per portare a casa il bottino pieno, con il Novara che certamente avrebbe meritato almeno il pari trovando però davanti a sé uno strepitoso Cordaz. Vince anche il Cagliari, che supera di misura la Ternana grazie ad un gol di Di Gennaro e resta a due punti dalla vetta della classifica, tenendo nel frattempo a distanza di sicurezza il Pescara che però continua a vincere: gli abruzzesi sono alla sesta vittoria consecutiva, dopo aver strapazzato il Perugia in trasferta. L’autorete di Rossi apre le danze, poi vanno a segno bomber Lapadula (sempre più capocannoniere con 12 gol), Benali e Caprari.

Il Bari torna alla vittoria dopo diverse settimane di digiuno (2-1 sul Vicenza), e si prende così la quarta posizione in solitaria, complici le sconfitte di Novara (ko come detto contro il Crotone) e del Brescia, che un po’ a sorpresa cade in casa della Salernitana (3-0 netto il finale). L’Avellino strappa il pareggio in extremis al Modena, mantenendo la zona play-off chiusa dal Cesena, che risorge e supera in scioltezza la Virtus Entella con il risultato di 2-0. Bene anche lo Spezia, che dimostra di aver digerito l’eliminazione in Coppa Italia per mano dell’Alessandria superando la Pro Vercelli in trasferta (1-0), mentre in coda situazione sempre più drammatica per il Lanciano, sconfitto ad Ascoli e a rischio di una nuova penalizzazione. Il Trapani cede in casa al cospetto del Latina, mentre nel posticipo di ieri sera è 1-1 tra Livorno e Como, con il freschissimo ex Borghese a pareggiare i conti per i toscani. Il presidente amaranto Spinelli però annuncia le sue dimissioni per gli ennesimi dissapori arbitrali, sintomo che la situazione a Livorno non è affatto tranquilla.

Risultati: Salernitana-Brescia 3-0; Ascoli-Virtus Lanciano 1-0; Bari-Vicenza 2-1; Cagliari-Ternana 1-0; Cesena-Entella 2-0; Modena-Avellino 1-1; Novara-Crotone 0-1; Pro Vercelli-Spezia 0-1; Trapani-Latina 1-2; Perugia-Pescara 0-4; Livorno-Como

Classifica: Crotone 51; Cagliari 49; Pescara 43; Bari 39; Novara (-2), Brescia 38; Avellino 35; Cesena 34 (-1); Entella 31; Perugia, Spezia 30; Trapani 29; Latina 28; Vicenza, Ternana 27; Ascoli 26; Modena 25; Livorno, Pro Vercelli 24; Salernitana 23; Virtus Lanciano 21 (-1); Como 18

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *