Da Costa: “Niente alibi, ora abbiamo sette finali”


Torna a parlare in conferenza stampa il portiere rossoblù Angelo Da Costa, uno dei protagonisti positivi del difficile momento del Bologna

– di Marco Vigarani –

Angelo Da Costa, si è rivelato più volte decisivo fra i pali

Angelo Da Costa più volte decisivo nelle ultime giornate

A neanche un mese dalla sua ultima conferenza stampa settimanale, si presenta di nuovo davanti ai cronisti Angelo Da Costa, portiere rossoblù costantemente tra i migliori in campo nelle ultime sfide che hanno visto il Bologna faticare più del previsto. L’analisi del brasiliano parte proprio dall’ultima partita pareggiata a Brescia: “Abbiamo parlato nello spogliatoio e continuiamo a farlo tutti i giorni perché sappiamo di potere e dovere fare di più. In una stagione può capitare di soffrire come è successo a Brescia su un campo difficile contro una formazione che ha valori più importanti di quanto non dica la classifica. Noi però dobbiamo migliorare nel lavoro di tutti i giorni per arrivare ad esprimerci positivamente al sabato a maggior ragione visto che siamo a fine campionato ed ogni gara è fondamentale. La crescita non deve riguardare un solo reparto ma tutta la squadra perché tutti possiamo dare qualcosa in più. Può capitare di dover affrontare un momento difficile e bisogna uscirne usando la testa e pensando positivo“. Lo sguardo quindi va direttamente alla prossima sfida contro lo Spezia: “Scenderemo in campo con tanta rabbia – afferma Da Costa – e con una grande voglia di vincere a maggior ragione in casa davanti al nostro pubblico che ci è sempre vicino e che merita grandi soddisfazioni: è troppo bello vedere la città gioire insieme a noi. Vogliamo riscattare le ultime due prestazioni in cui non siamo stati la squadra che dovevamo essere e per farlo dobbiamo evitare gli errori che abbiamo commesso e pagato caro. Ora mancano sette partite e per noi sono altrettante finali: non dobbiamo cercare alibi ma solo lavorare“.

L'esordiente Angelo Da Costa

Angelo Da Costa è arrivato a gennaio dalla Sampdoria

Da ieri poi la classifica del Bologna ha riacquistato un punto e l’esperto portiere non nasconde una certa soddisfazione: “Ci fa piacere avere di nuovo quel punto che abbiamo conquistato sul campo ed anche a livello psicologico aiuta sapere di avere un minimo di vantaggio sulle inseguitrici ed essere protagonisti del nostro destino. È un punto che tutta Bologna credo che meritasse e ringraziamo chi ha fatto un buon lavoro per ridarcelo“. La classifica però è corta e quindi si deve affrontare anche l’argomento playoff che però Da Costa per il momento preferisce evitare: “Non credo che ora sia un pensiero da porsi perché vogliamo soltanto arrivare secondi e conquistare la promozione diretta. Sin da quando ero alla Sampdoria e vedevo le partite del Bologna ho sempre creduto che questa squadra avesse le potenzialità per farcela e continuo ad esserne convinto ogni giorno che passo a Casteldebole“. L’ultima battuta del portiere riguarda il posto fisso ottenuto in squadra: “Non mi sento titolare. Devo solo lavorare duramente come i miei compagni per conquistare la maglia ogni settimana“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *