Da Nainggolan a Ibrahimovic, volti noti sulla strada dell’Italia


Il girone di Euro 2016 metterà l’Italia di fronte ad alcuni volti noti: dagli svedesi Ibrahimovic e Antonsson ai belgi Nainggolan e Mertens fino all’irlandese Keane

– di Marco Vigarani –

Ibrahimovic raggiunge quota 56 gol con la Svezia (ph. UEFA)

Lo svedese Zlatan Ibrahimovic, ex di Juventus Inter e Milan (ph. UEFA)

Belgio, Svezia e Irlanda: ecco le tre squadre che l’Italia si troverà ad affrontare la prossima estate nel corso del girone iniziale dell’avventura ad Euro 2016. Tralasciando per un momento giudizi sui valori in campo e previsioni più o meno realistiche a distanza di oltre sei mesi dall’evento, concentriamoci sui tanti volti noti al pubblico italiano che potremmo ritrovare da avversari nelle prime tre sfide della competizione continentale.

La nazione più rappresentata dovrebbe essere la Svezia che, entrata in corsa per la fase finale solo passando attraverso i playoff, punterà ovviamente sul talento offensivo devastante di Zlatan Ibrahimovic. L’ex di Juventus, Inter e Milan è la stella della squadra scandinava e giungerà alla sua ultima occasione utile per ottenere un risultato importante con una Nazionale che non ha prodotto in questi anni atleti di pari livello. In difesa ci saranno poi due centrali rocciosi ed esperti come Mikael Antonsson ed Andreas Granqvist, visti in Serie A con le maglie rossoblù di Bologna e Genoa mentre uno dei perni del centrocampo dovrebbe essere l’altro ex bolognese Albin Ekdal che attualmente vive però un momento difficile dal punto di vista degli infortuni. Sono seri candidati per un posto nella lista definitiva dei convocati anche gli attuali rosanero Oscar Hiljemark e Robin Quaison mentre dovrebbe essere sicuramente escluso il bolognese Emil Krafth.

Nainggolan ed il suo Belgio hanno già sfidato l'Italia in amichevole (ph. Zimbio)

Nainggolan ed il suo Belgio hanno già sfidato l’Italia in amichevole (ph. Zimbio)

Anche il Belgio può contare su una solida base di atleti con un passato o un presente italiano a partire dal centrocampista totale Radja Nainggolan della Roma: è lui tanto il perno del gioco giallorosso quanto quello della selezione di Wilmots. In attacco invece troverà certamente spazio il brevilineo Dries Mertens, riserva al Napoli ma giocatore estremamente utile ed indispensabile per una squadra rapida come quella dei Diavoli Rossi. Passando alla difesa ecco che il portiere di riserva dovrebbe essere l’esperto Jean Francois Gillet, veterano di lunghe battaglie a Bari prima di passare a Bologna e Torino, mentre come terzino dovrebbe avere una chance Luis Cavanda che in estate la Lazio ha ceduto ai turchi del Trabzonspor. Ha fatto recentemente parte delle convocazioni anche una vecchia conoscenza della Serie A come Anthony Vanden Borre, visto fugacemente con le maglie di Fiorentina e Genoa.

Infine troviamo l’Irlanda che può contare su un solo atleta con esperienza nel nostro campionato. Si tratta del veterano Robbie Keane ormai 35enne ma ancora punto di riferimento dei verdi nel reparto offensivo. Il celeberrimo attaccante che oggi milita nei Los Angeles Galaxy fu acquistato dall’Inter nell’estate del 2010 per oltre 15 milioni di euro ma poi lasciato andare via senza alcun rimpianto già nella finestra di mercato invernale dopo appena 14 misere presenze e 3 reti.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *