De Rossi suona la carica da vero capitano; l’errore di Lamanna complica la vita al Genoa


Top e Flop della 36^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

Il pareggio immediato di De Rossi ha cambiato le sorti della gara contro la Juve

De Rossi (Roma): è sua la rete più importante della gara, quella del pareggio immediato con cui la Roma riesce a frenare l’avvio arrembante dei bianconeri e ribaltare la gara a suo favore. Il capitano si fa trovare al posto giusto al momento giusto e sfruttando una respinta corta di Buffon, insacca il pallone in due tempi, pareggiando i conti e suonando la carica ai suoi;

Callejon (Napoli): sblocca la gara dopo solo 6′ con una diagonale preciso dei suoi. Da li in poi il Napoli dilaga, dimostrandosi nettamente superiore al Toro. Segna anche la seconda rete personale su assist di Ghoulam, arrivando in spaccata sul pallone. Insieme a Mertens e Insigne forma un trio che si può considerare secondo solo all’attacco del Barcellona per quel che riguarda lo spettacolo e la quantità di reti prodotte;

Destro (Bologna): finale di stagione che regala soddisfazioni ad uno degli attaccanti più criticati da stampa e tifosi. Seconda doppietta consecutiva davanti al proprio pubblico; sempre al posto giusto al momento giusto. La prossima stagione sarà quella della sentenza definitiva.

FLOP

L’errore di Lamanna condanna il Genoa ad un finale di stagione al cardiopalma

Lamanna (Genoa): il suo errore è clamoroso e condanna il Grifone ad un finale di stagione al cardiopalma dopo il successo del Crotone. Il colpo di testa di Rispoli sembra innocuo ma il portiere dopo aver afferrato la sfera finisce in rete con il pallone tra le mani, mandando in confusione anche la Lega Calcio per l’assegnazione dell’autorete o gol del difensore rosanero;

Rossettini (Torino): ennesima vittima di Mertens, il difensore passa un pomeriggio da incubo, senza mai riuscire ad arginare i velocissimi attaccanti di Sarri, viene addirittura scherzato dal folletto belga in occasione del 3-0;

Sorrentino (Chievo): errore grossolano dell’esperto portiere dei clivensi che inciampando sulla sfera e perdendo addirittura lo scarpino, regala a Quagliarella la rete che sblocca la gara; invano chiede all’arbitro un fallo ma nel replay si vede bene come combini il pasticcio tutto da solo.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *