Delirio Pescara, bentornAto in serie A dopo tre anni di assenza


Dopo un avvio importante e il gol di Citro, il Trapani si fa rimontare da Verre e dice addio al sogno A: Pescara in estasi

– di Luigi Polce –

A 365 giorni esatti dalla cocente delusione di Bologna, il Pescara coglie la promozione in serie A molti chilometri più a sud. Trapani si colora di biancazzurro dopo 90 minuti emotivamente (e non solo) intensi, terminati sul punteggio di 1-1 che regala il pass per la Serie A 2016/17 agli abruzzesi in virtù del successo per 2-0 nella gara di andata. Una bella rivincita per Massimo Oddo, che riesce nell’impresa al suo secondo anno da allenatore risultando anche il primo tecnico pescarese a portare la squadra della propria città in massima serie.

Citro apre le marcature al 5' (ph. zimbio)

Citro apre le marcature al 5′ (ph. zimbio)

Il provinciale di Erice non sarà l’Adriatico per quanto riguarda capienza e struttura, ma i supporters siciliani non si fanno trovare impreparati all’appuntamento della vita: la cornice disegnata è fantastica e la squadra di Cosmi ne risente in maniera positiva, partendo a razzo. Dopo nemmeno 5′ infatti, il Trapani è già in vantaggio grazie a Citro, che sfrutta una dormita della difesa ospite e con un mancino a giro riaccende le speranze dei suoi. Il gol in avvio infiamma la gara, e i primi 40 minuti di gioco si disputano a ritmi infernali con continui capovolgimenti di fronte. All’8′ spunto di Caprari, che scappa via a Scognamiglio ma da posizione defilata non riesce a battere Nicolas. Poco dopo è Coronado ad avere la grossa chance per raddoppiare, stavolta è Pinsoglio a dire di no con Nizzetto murato in seguito dalla difesa pescarese. E’ il turno poi ancora di Citro, che non inquadra la porta da buona posizione. Non c’è un attimo di respiro, perché passano ancora alcuni istanti e Lapadula, ben servito da Pasquato, ha l’occasione enorme di siglare l’1-1 che renderebbe le cose molto più complicate ai padroni di casa, ma il bomber da 30 gol stagionali sciupa tutto facendosi ipnotizzare a tu per tu con Nicolas, provvidenziale anche 60 secondi più tardi su Caprari. Al 39′ il Pescara protesta per un tocco col gomito in area di Scognamiglio (già ammonito) su colpo di testa di Lapadula, per Maresca però si può proseguire: è l’ultimo sussulto di una prima frazione giocata a mille all’ora.

Gol da impazzire di Verre, che fa 1-1 (ph. zimbio)

Gol da impazzire di Verre, che fa 1-1 (ph. zimbio)

Nella ripresa i ritmi del Trapani calano leggermente, fino all’episodio che cambia radicalmente le sorti della partita al minuto 12: rimessa in gioco veloce di Nicolas, Petkovic si fa scippare palla sulla propria trequarti da Verre che, da posizione impossibile, disegna un arcobaleno meraviglioso che si infila sotto l’incrocio dei pali. I 404 pescaresi giunti in Sicilia sono in delirio, è un gol pesantissimo che costringe il Trapani a rifare tutto da capo. Al 20′ piove sul bagnato per i ragazzi di Cosmi, con Scognamiglio che trattiene per la maglia Lapadula beccandosi il rosso per fallo da ultimo uomo, con il n.10 ospite che altrimenti si sarebbe involato tutto solo verso la porta di Nicolas. E’ la mazzata definitiva alle speranze del Trapani, che prova con un destro di Ciaramitaro a raddrizzare la contesa senza troppa fortuna. Caprari potrebbe addirittura firmare il vantaggio dopo un tacco delizioso di Benali, l’ex Roma però spara addosso a Nicolas. L’ultima occasione della gara capita sulla testa di Petkovic, che deposita a lato dando il via alla festa del Pescara, al ritorno in serie A dopo 3 anni di assenza. Bellissima la scena nell’immediato post partita, con mister Oddo che prima di andare a festeggiare con i suoi ragazzi va a consolare un Cosmi distrutto e in lacrime. Il lato bello del calcio, quello che più ci piace e che vorremmo sempre vedere. E intanto in riva all’Adriatico si festeggia: dopo Cagliari e Crotone, è il Pescara la terza ammessa alla serie A 2016/17.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *