Destini divisi per Krsticic e Sansone


Ieri Krsticic si è aggregato alla Sampdoria per il ritiro mentre Sansone continua ad essere sul mercato anche se il Cesena non lo vuole come contropartita per Defrel

– di Marco Vigarani –

Nenad Krsticic, uno dei migliori in campo ieri

Nenad Krsticic ieri si è riunito alla Sampdoria

Lo scorso gennaio il Bologna scelse entrambi per provare a centrare l’obiettivo della Serie A ma ora il futuro sembra destinato a separarli. Il pacchetto di provenienza Sampdoria sembrava teoricamente pronto a vestire ancora la maglia felsinea anche nella nuova stagione ma le cifre fissate per il riscatto di Sansone e Krsticic non hanno convinto Corvino il quale pertanto si è accontentato di trattenere solo Gastaldello (acquistato a titolo definitivo già a gennaio) e Da Costa (svincolato il 30 giugno ma ormai d’accordo con il Bologna per i prossimi tre anni) aggiungendo il centrocampista Rizzo.

Nenad Krsticic era stato una delle prime idee delle tante chiacchierate che in questi mesi hanno scaldato l’asse Bologna-Genova perchè il centrocampista serbo ormai non trovava più spazio nella squadra di Mihajlovic ed aveva dato piena disponibilità alla società per trovargli una nuova sistemazione. Quando il Bologna si era fatto avanti il ragazzo non aveva posto alcun veto alla discesa di categoria pur di rimettersi in gioco da titolare e l’arrivo a Casteldebole di Delio Rossi ne aveva ulteriormente rafforzato la convinzione. Tra tecnico e giocatore infatti c’era una chimica mai negata da entrambi e frenata soltanto dai problemi fisici di Krsticic che hanno poi bloccato anche il suo riscatto da parte dei rossoblù. Ieri il serbo, inizialmente escluso dal ritiro della Sampdoria per avere qualche giorno in più di riposo, ha raggiunto i blucerchiati dichiarando di essere pronto a restare ed ora Zenga, che al suo arrivo non lo aveva compreso nel suo progetto, lo valuterà sul campo dandogli una chance per rientrare tra i futuri protagonisti.

Gianluca Sansone, nuovo attaccante del Bologna

Gianluca Sansone continua ad essere sul mercato

Questa possibilità invece sarà molto probabilmente negata a Gianluca Sansone, il primo acquisto dell’era Corvino a Bologna, che con i suoi gol ha davvero trascinato gli emiliani verso la Serie A. La trattativa per il riscatto del suo cartellino dalla Sampdoria però è sempre stata parallela a quella di Krsticic innalzando eccessivamente il costo dell’operazione che quindi non si è risolta positivamente. Zenga però intende rinnovare completamente il reparto offensivo blucerchiato (tanto da essere favorevole anche alla cessione di Okaka, Eder e Muriel dopo aver perso già Eto’o) e non ritiene che il brevilineo attaccante lucano possa esserne parte. Il ds Osti quindi ha provato ad inserire il cartellino di Sansone nella proposta avanzata al Cesena per arrivare a Defrel, obiettivo anche dell’omologo rossoblù Corvino che invece ha proposto Mancosu, ma l’ingaggio richiesto del ragazzo ha bloccato sul nascere la trattativa. In questo caso allora è chiaro che le possibilità di rivedere a Bologna l’attaccante non siano del tutto scomparse visto che la Sampdoria potrebbe concedere un ulteriore sconto.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *