Destro ridesta un Bologna spento: contro il Cagliari finisce 1-1


Il Bologna pareggia in extremis una brutta gara contro il Cagliari. Destro nel finale risponde a Joao Pedro 

– di Marco Vigarani – 

Joao Pedro, autore del gol del vantaggio del Cagliari (ph. Zimbio)

Due vittorie consecutive alle spalle, una formazione confermata e tanta voglia di trovare continuità al cospetto del Cagliari dell’ex Lopez: questi gli ingredienti della sfida odierna tra Bologna e Cagliari. Non ci sono novità sostanziali in nessuna delle due formazioni con il terzetto Verdi-Destro-Palacio a sfidare la coppia Joao Pedro-Pavoletti. Unica eccezione la scelta di Pisacane nel pacchetto arretrato dei sardi al posto di Andreolli. Il primo acuto è di marca isolana con Joao Pedro libero davanti a Mirante che conclude di poco a lato su invito di Padoin ma anche Pavoletti poco dopo spreca un buon pallone. Nettamente meglio l’approccio degli ospiti rispetto ad un Bologna lento nello sviluppo del gioco ed impacciato nei cambi di gioco degli avversari. La prima occasione felsinea arriva solo al 24′ e vede Verdi andare a segno vanamente in fuorigioco, inutile anche la protesta successiva per un presunto tocco di mano volontario di Ceppitelli in area visto che il pallone colpisce prima il volto del difensore sardo. Nella seconda parte del primo tempo gli uomini di Donadoni cercano di alzare il baricentro e prendere il controllo delle operazioni ma lasciano di fatto inoperoso Rafael e al 42′ arriva il disastroso disimpegno di Maietta che si trasforma in un lancio perfetto per Joao Pedro, libero di controllare e battere Mirante con un diagonale preciso e letale.

Tutta la grinta di Mattia Destro, autore del gol del pareggio (ph. Ansa)

Passato in svantaggio, il Bologna inizia la ripresa con gli stessi undici ma è il Cagliari a sfiorare il raddoppio con Ionita sfruttando l’ennesima disattenzione di Mbaye. Attorno all’ora di gioco i padroni di casa provano ad alzare il ritmo e trovano finalmente la prima vera occasione con una punizione precisa ma lenta di Pulgar indirizzata all’incrocio dei pali ed intercettata da Rafael. Nuove proteste felsinee al 66′ per un contatto in area che vede Poli cadere ma ricevere un’ammonizione per simulazione. Lo stesso centrocampista poco dopo fallisce un facile tocco sul secondo palo per raggiungere il pareggio e solo dopo il 70′ inizia la girandola dei cambi con Dessena per Joao Pedro e Okwonkwo per Poli, infortunato e furioso per il cambio ritardato di un paio di minuti. All’improvviso però all’81’ Destro svetta sul cross di Masina e ritrova un insperato pareggio tornando finalmente al gol anche tra le mura del Dall’Ara. Immediatamente dopo Pavoletti non trova lo specchio con un tiro a giro, la gara si innervosisce ma si spegne anche con le ultime sostituzioni. Capuano entra per Pisacane, Petkovic per Destro, Deiola per Barella ed infine il triplice fischio sancisce la parità al termine del terzo minuto di recupero.

Tanto Cagliari per oltre un’ora di gioco, grande organizzazione difensiva degli uomini di Lopez che però non hanno resistito fino alla fine subendo il gol inatteso al primo vero assalto. Come nella più bella delle favole, è il ranocchio Destro a trasformarsi nel principe che regala il lieto fine al Bologna ed un’altra settimana di alta classifica ai rossoblù, attesi domencia prossima dalla trasferta a San Siro contro il Milan.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *