Destro si ferma, ora l’attacco per Donadoni è un rebus


Stop di due settimane per Destro e adesso Donadoni ha il vuoto in attacco. Sadiq e Floccari indietro di condizione, tocca ancora a Verdi?

– di Marco Vigarani –

La delusione di Mattia Destro dopo il ko contro il Genoa (ph. Zimbio)

Destro dovrà saltare almeno due gare per infortunio (ph. Zimbio)

Piove sul bagnato in casa Bologna con l’infortunio di Destro che apre un vero e proprio rebus per mister Donadoni in vista della gara contro la Lazio di domenica pomeriggio. Il centravanti ex Roma dovrà infatti stare fermo per due settimane a causa di una lesione di primo grado al soleo della gamba destra ovvero il medesimo infortunio occorso a Sergio Floccari nell’ultima amichevole del ritiro estivo di Castelrotto. Da allora però l’esperto attaccante calabrese non è più tornato in campo ed è superfluo ribadire che si augura una sorte ben diversa a Destro, ragazzo che è rientrato dal lungo calvario iniziato a marzo scorso forzando i tempi dopo un’estate trascorsa per metà a svolgere un lavoro differenziato. Donadoni gli aveva chiesto pubblicamente di tornare in gruppo, la condizione non è mai stata eccellente ma i tre gol realizzati in avvio di stagione ne avevano sicuramente rinfrancato il morale consentendogli di stringere i denti e guardare avanti nella speranza di tornare prima possibile al 100% della condizione. Assente già a Napoli per una lombalgia, ora Destro dovrà stare fuori dai giochi per almeno due gare, probabilmente tre e sperare di essere disponibile per Bologna-Fiorentina in programma alle 18 di sabato 29 ottobre.

Simone Verdi esulta dopo l'1-0 alla Samp (ph. Gazzetta.it)

Verdi sarà di nuovo falso centravanti a Roma? (ph. Gazzetta.it)

Il suo posto in teoria dovrebbe essere preso da Sergio Floccari che però finora ha collezionato appena cinque convocazioni senza vedere mai il campo dopo che proprio quell’infortunio al soleo lo aveva costretto ad un mese e mezzo di stop con conseguente necessità di una nuova preparazione atletica. Teoricamente ci sarebbe anche Umar Sadiq, giovane centravanti di belle speranze arrivato dalla Roma già infortunato ad una caviglia e che si è unito al gruppo dei rossoblù una manciata di giorni fa: anche in questo caso il fisico del nigeriano non offre le dovute garanzie. Per Donadoni non resta altra possibilità se non quella di affidarsi nuovamente a Simone Verdi schierato in posizione di finto centravanti come già fatto in estate e nella trasferta di Napoli quando una mezza papera di Reina regalò all’ex milanista la gioia di un gol all’interno di una gara difficilissima. I centrali difensivi della Lazio non gli riserveranno un trattamento più leggero di quelli partenopei ma attualmente in rosa non esiste una vera e propria alternativa a Destro visto che l’unico altro attaccante, Robert Acquafresca, è fuori lista e fuori rosa. Dovrà magari farsi trovare pronto anche Anthony Mounier, altro reietto del gruppo che però in carriera ha già disputato qualche battaglia nell’area avversaria.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *