Diamanti è a Casteldebole ma non tornerà


In città si parla della presenza di Alessandro Diamanti a Casteldebole ma il fantasista toscano non rientra nei piani del Bologna 

– di Marco Vigarani – 

Alino Diamanti è stato al Bologna per due anni e mezzo (ph. Zimbio)

Alino Diamanti è stato al Bologna per due anni e mezzo (ph. Zimbio)

Ogni volta che Alessandro Diamanti torna a Bologna il suo passaggio in città non passa inosservato. In questi giorni il fantasista toscano è di nuovo a Casteldebole per allenarsi indossando i colori rossoblù che ha difeso per due anni e mezzo prima di trasferirsi in Cina accettando la corte milionaria del Guangzhou Evergrande. Vederlo correre con lo stemma del Bologna sul petto, a maggior ragione in un momento in cui il club felsineo necessita di innesti di qualità nel reparto offensivo per disputare la prossima stagione in Serie A, ha portato inevitabilmente ad abbinare nuovamente il futuro del giocatore alla squadra ora allenata da Delio Rossi. E come sempre questa possibilità ha diviso la tifoseria tra chi sogna ancora di rivedere l’ex capitano scendere in campo al Dall’Ara e chi invece non perdona, tanto a lui quanto a Guaraldi, quella clamorosa cessione a mercato chiuso che di fatto tolse le poche certezze rimaste a quel Bologna poi retrocesso sul campo.

Corvino e Diamanti prima di Bologna-Pescara

Corvino e Diamanti prima di Bologna-Pescara

Come detto, non si tratta della prima volta in cui Diamanti torna in città avendo anche tenuto una casa di proprietà e sapendo di poter sempre contare sulla disponibilità del Bologna quando necessita di uno spazio in cui potersi allenare. Alino era stato a Casteldebole già a gennaio per qualche giorno in inverno, giusto per il tempo di una chiacchierata con Di Vaio e qualche saluto ai tifosi prima di tornare a giocare in Serie A ma con la maglia della Fiorentina. Non era poi passata inosservata la sua presenza allo stadio in occasione delle sfide decisive per la promozione del Bologna ed in particolare il suo incontro a bordo campo con il ds rossoblù Corvino nei minuti precedenti la finalissima contro il Pescara.

Questa vicinanza ai colori rossoblù però non dovrebbe portare a scenari clamorosi di mercato. Diamanti vorrebbe tornare? È probabile e già nei mesi scorsi aveva lanciato segnali in tal senso alla nuova proprietà, ma in questo momento il Bologna non è interessato a questo genere di operazione avendo già inserito in organico un fantasista esperto come Brienza e preferendo puntare su un ragazzo più giovane come suo partner di reparto (Correa può essere il profilo giusto). Resta comunque il fatto che il fantasista in questo momento non abbia grandi richieste dal calcio italiano a differenza dell’ex compagno Gilardino e che si sia raffreddato notevolmente l’interesse mostrato per lui nelle settimane scorse dal Watford che gli avrebbe consentito di misurarsi di nuovo con la Premier League.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *