Disastro Bologna, il Napoli gioca a tennis: è 6-0 al San Paolo


Una doppietta dell’ex Gabbiadini, una tripletta di Mertens e il sigillo finale di David Lopez puniscono un Bologna che rischia ora di complicarsi la vita

– di Luigi Polce –

“Vedi Napoli e poi muori”, una frase perfetta per riassumere la (non prestazione) del Bologna visto questa sera al San Paolo. Nel Napoli, reduce da due sconfitte nelle ultime tre gare che hanno estromesso gli azzurri dalla corsa scudetto, cambia qualcosa rispetto al match di San Siro contro l’Inter: rientra Ghoulam nel settore sinistro della difesa, mentre Mertens prende il posto di Insigne nel tridente offensivo. Grosse novità anche per quanto riguarda il Bologna, con Donadoni che perde Maietta per un problema al polpaccio nella rifinitura di ieri (dentro Oikonomou) e soprattutto rispolvera Acquafresca dal 1′: l’ultima da titolare per l’ex Cagliari risale al ko della prima giornata in casa della Lazio.

Gabbiadini firma la personale doppietta direttamente dal dischetto (ph. blitzquotidiano)

Gabbiadini firma la personale doppietta direttamente dal dischetto (ph. blitzquotidiano)

La scelta di Sarri si rivela azzeccatissima, perché dopo il primo squillo di Hamsik che testa i riflessi di Mirante al 4′ con un destro a giro, già al 10′ i partenopei sono avanti grazie al perfetto assist disegnato da Mertens, che mette Gabbiadini in una posizione comodissima per fare 1-0. La rete dell’ex galvanizza il Napoli e fa sprofondare il Bologna, incapace di reagire e anzi più volte vicino al tracollo: tra il 17′ e il 18′ i padroni di casa guadagnano tre calci d’angolo in serie, ma prima Hamsik e poi due volte Albiol non riescono a gonfiare la rete. Ci prova ancora poi Gabbiadini al 21′ con un tiro dal limite troppo centrale per far male a Mirante, conclusione che fa da preludio al raddoppio di Manolo che arriva al 35′: Constant stende in maniera piuttosto goffa Callejon in piena area, Gervasoni non ha dubbi e assegna il penalty trasformato con freddezza dal numero 23 di Sarri. C’è tempo per un ulteriore tentativo di Gabbiadini, stavolta impreciso con la girata mancina dalla distanza (38′). Dopo un minuto di recupero e davvero pochissima fatica, il Napoli torna negli spogliatoi sopra di due.

Mirante sconsolato, il Napoli esulta: fotografia perfetta del disastro del Bologna (ph. calciomercato.com)

Mirante sconsolato, il Napoli esulta: fotografia perfetta del disastro del Bologna (ph. calciomercato.com)

Dopo 5′ della ripresa si vedono dei fuochi d’artificio all’esterno dell stadio Dall’Ara, tutto l’opposto rispetto alla prova offerta dalla banda di Roberto Donadoni, che non dà il minimo segnale di vita come un pugile all’angolo incassa pugni senza reagire. Al minuto 53 piove sul bagnato: Diawara si becca il giallo e, diffidato, salterà la partita contro il Genoa della prossima domenica. Un minuto dopo l’unico tiro (se così si può chiamare) della partita dei rossoblù con Brighi, che raccoglie il suggerimento di Giaccherini dopo un errore in disimpegno del Napoli calciando però alle stelle. Quasi un segnale di resa prima di affondare del tutto sotto i colpi di Mertens, che sale in cattedra e firma la tripletta personale: prima ubriaca Mbaye con un paio di finte e sorprende un non impeccabile Mirante sul primo palo (58′); poi approfitta dello sciivolone di Rossettini e insacca col piattone destro; e infine si rende autore di un autentico capolavoro, un destro secco che si infila senza appello sotto l’incrocio dei pali più lontano. La serataccia del Bologna si chiude con il gol di David Lopez: segna anche lo spagnolo (entrato qualche minuto prima per Hamsik), che scambia triangola al limite con Mertens e rifila il sesto scoppolone a questo Bologna brutto, brutto e ancora brutto. La salvezza è (ancora) piuttosto alla portata, ma la sconfitta tennistica di questa sera rischia di pesare parecchio dal punto di vista psicologico in questo travagliato finale di stagione.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (81′ David Lopez); Callejon (77′ El Kaddouri), Gabbiadini (73′ Insigne), Mertens
All.: Maurizio Sarri

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Mbaye, Rossettini, Oikonomou, Constant; Brighi, Diawara (81′ Donsah), Taider; Zuniga, Acquafresca (60′ Floccari), Giaccherini (60′ Mounier)
All.: Roberto Donadoni

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *