Da domani al via i test per la moviola in Serie A


In questo turno di campionato inizierà la sperimentazione in Serie A della VAR, la moviola in campo che potrebbe cambiare per sempre il calcio

– di Marco Vigarani –

L'IFAB ha scelto: sì alla moviola in campo (ph. SkySport)

Da domani parte la sperimentazione della VAR, la moviola in campo (ph. SkySport)

C’è una novità fondamentale che potrebbe rendere storica la settima giornata della Serie A 2016/17 anche se praticamente nessuno si accorgerà di nulla. Sono state scelte infatti due gare del prossimo turno per avviare la sperimentazione della VAR (Video Assistant Referees) ovvero la moviola in campo: si tratta nello specifico di Fiorentina-Torino e Milan-Sassuolo. Come ogni test, non ci sarà un effetto immediato sull’andamento della gara visto che il sistema sarà offline e non si potranno effettuare comunicazioni con gli arbitri ai fini di modificare eventuali decisioni ma ovviamente se questa prima fase avrà successo si potrà procedere successivamente all’utilizzo. Il dg della Lega Marco Brunelli spiega: “Non ci sarà la possibilità di comunicare con la squadra arbitrale: in questa prima fase si fa il lavoro attraverso delle simulazioni. Abbiamo scelto di utilizzare due videoarbitri in una partita percjhè se supponiamo che un videoarbitro deve fare una segnalazione tecnica, l’altro segue la gara. Tutto sarà registrato e refertato. Il materiale passerà tutto alla Fifa e poi all’Università di Bruxelles. Tra due anni ci diranno se e come il modello verrà applicato. La sperimentazione si svolgerà in sette Leghe“. Alcune note arrivano anche da Roberto Rosetti, responsabile del progetto VAR che dice: “Non vogliamo depotenziare la figura arbitrale: la decisione finale è sempre dell’arbitro. Tempi? In Bundesliga la sperimentazione è partita la scorsa giornata e la media delle revisioni è stata di 22 secondi. Se noi riuscissimo a stare sotto i 12 secondi sarebbe una buona valutazione. L’importante sarà riuscire ad essere bravi a prendere le decisioni giuste“. A Milano, Roma, Palermo e Cagliari il ‘videoarbitro’ starà, durante l’anno, in una stanza speciale all’interno dell’impianto di gioco mentre negli altri stadi il Var starà sullo stesso pullman usato già oggi dalla società che fornisce il servizio della goal line technology.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *