Domani Trovato poi Ramagli, la Virtus riparte per la A2


Caserta sta per inoltrare la fideiussione e la Virtus inizia a preparare la stagione di A2: domani la presentazione del gm Trovato poi si chiude per Ramagli

– di Marco Vigarani –

Trovato e Basciano di nuovo insieme (ph. Pallacanestro Trapani)

Trovato e Basciano di nuovo insieme (ph. Pallacanestro Trapani)

Sarà una settimana assolutamente decisiva per il futuro della Virtus Bologna che, con ogni probabilità, si appresta a preparare la nuova stagione in A2. Nelle ultime ore infatti si è diffusa la ragionevole certezza che il patron casertano Iavazzi abbia deciso di inoltrare la fideiussione indispensabile l’iscrizione alla prossima A1 chiudendo così ogni possibilità di ripescaggio per i bolognesi. Nonostante il fallimento di qualsiasi trattativa con il fantomatico Mr Williams (per il quale sarebbe pronta una trasmissione dei documenti alla Procura), il numero uno della Juvecaserta avrebbe deciso di andare avanti per un altro anno grazie all’appoggio fondamentale dei due pesanti sponsor Pasta Reggia e Ferrarelle. Una volta che anche l’ultima speranza di A1 sarà archiviata, ecco che la Virtus guarderà avanti ed affronterà l’impatto con la nuova categoria: per farlo domani presenterà il nuovo general manager Julio Trovato. Chiuso ieri dopo due anni il rapporto da amministratore delegato con Trapani, il 47enne dirigente torinese passa quindi da una squadra di Pietro Basciano all’altra in attesa che anche la situazione del numero uno dei club venga definita. Alle 17 di domani Trovato inizierà ufficialmente la sua avventura in bianconero anche se già da diversi giorni è al lavoro per definire i dettagli del nuovo staff tecnico. A meno di ulteriori e clamorose sorprese il coach dovrebbe essere Alessandro Ramagli per il quale Virtus e Siena sono ormai giunte ad un accordo: lo strappo pubblico di Bucci della settimana scorsa ha in realtà avvicinato le parti ed ora si attende davvero ormai quasi solo l’annuncio. Con Trovato in cabina di regia e Ramagli al timone, la Virtus inizierà quindi il suo viaggio cercando di affidarsi a giovani talenti pronti per esplodere ma anche a uomini più esperti che conoscono la categoria e possono dare garanzie importanti al nuovo allenatore: il primo potrebbe essere Alex Ranuzzi, capitano di Siena nell’ultima stagione, prodotto del vivaio Virtus e già visto a lungo nel bolognese con le maglie di Salus, Ozzano e Fortitudo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *