Dominio Fiorentina, il Bologna crolla nel finale


La Fiorentina domina il derby dell’Appennino dal primo minuto e passa nella ripresa con i gol di Blaszczykowski e Kalinic. I rossoblù non si rendono mai pericolosi

– di Marco Vigarani –

La Fiorentina vince 2-0 contro il Bologna

La Fiorentina vince 2-0 contro il Bologna

Torna il derby dell’Appennino tra una Fiorentina che ha iniziato bene la nuova stagione nonostante un’estate travagliata ed un Bologna che solo domenica scorsa è riuscito a mettere a referto i primi tre punti della sua stagione. Poche novità rispetto proprio alla vittoria sul Frosinone tra i rossoblù con Rossi che sostituisce soltanto Brienza con Rizzo mentre invece la Fiorentina sorprende con un 3-5-2 che vede impiegati dal primo minuto Blaszczykowski, Rebic, Babacar ma anche lo spagnolo Borja Valero. I padroni di casa partono subito con il piede sull’acceleratore prendendo possesso delle operazioni ed occupando stabilmente la metà campo offensiva con un giro palla efficace ma sterile che costringe comunque il Bologna a restare timidamente schiacciato in quaranta metri. Il tema dei primi minuti si propone identico praticamente per tutta la prima frazione con la Fiorentina che si rende però pericolosa praticamente solo grazie alle iniziative di Alonso, autore di un’incursione velenosa, di un calcio di punizione dal limite di poco alto e di una conclusione dalla distanza agguantata da Mirante senza difficoltà. Da parte sua gli uomini di Rossi si affidano prevalentemente al lancio lungo a cercare Destro che però trova soltanto un tiro da fuori area che si spegne fuori dallo specchio senza velleità.

Duello tra Babacar e Ferrari  (ph. Il Resto del Carlino)

Duello tra Babacar e Ferrari (ph. Il Resto del Carlino)

La ripresa si apre senza cambi ma con una Fiorentina ancor più incisiva e determinata a passare in vantaggio: prima Rebic non arriva per poco alla deviazione vincente poi ancora Alonso ci prova su calcio piazzato ma la svolta arriva solo con l’ingresso in campo di Kalinic. Con una presenza costante nel cuore dell’area, i viola iniziano a stazionare stabilmente nell’area rossoblù e al 72′ passano in vantaggio meritatamente con Blaszczykowski, lesto ad insaccare una spizzata di Vecino. Rossi si gioca le carte Brienza, Falco ed Acquafresca sbilanciando i suoi in avanti ma non produce occasioni degne di nota e dopo dieci minuti assiste al raddoppio fiorentino con Kalinic su assist di un ottimo Alonso: è il punto esclamativo su una vittoria meritata che per la Fiorentina giunge al termine di una gara dominata.

Per il Bologna, offensivamente nullo e votato al contenimento per l’intera partita, non ci sono rimpianti se non quello di aver speso energie preziose con uomini che saranno essenziali domenica prossima contro l’Udinese: quella sarà una sfida da non sbagliare.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *