Donadoni a caccia di gloria, Allegri imbattibile al Dall’Ara


Sfida difficile per il Bologna che non vince da 19 anni al Dall’Ara contro la Juventus. Statistiche negative anche per Donadoni. Banti alla 200esima in A

– di Marco Vigarani –

Nell’ultimo Bologna-Juventus ha trovato la via del gol Moise Kean (ph. Zimbio)

STORIA – Vincere al Dall’Ara contro la Juventus è difficile, ma non impossibile. Lo racconta la storia del calcio: su 70 precedenti in 18 occasioni i rossoblù sono usciti dal campo vincitori. Ricordiamo tutti l’ultima volta: quel magico 3-0 firmato Paramatti-Signori-Fontolan che mise in ginocchio i bianconeri in meno di mezzora e di cui nel 2018 ricorrerà il ventennale. Negli ultimi anni però il risultato più positivo è stato sicuramente il pareggio, verificatosi in tre occasioni dal 2010 in poi e più in generale 23 volte in una storia che affonda le proprie radici fino al 1929. Sono invece state 29 le vittorie della Juventus al Dall’Ara e l’ultima è arrivata nell’ultimo turno dello scorso campionato grazie alla prima rete da professionista di Kean, primo millennial a segno in Serie A.

STATISTICHE – Qualche dato ulteriore? Il Bologna ha segnato almeno un gol in tutte le ultime sei partite casalinghe mentre invece la Juventus non ne ha subiti nelle ultime cinque stagionali e segna consecutivamente in trasferta da ben 21 turni di Serie A. Improbabile quindi immaginarsi un pareggio senza reti ma anche una gara particolarmente prolifica visto che l’ultima occasione in cui sono stati segnati più di tre gol risale al 2001. Come detto, il risultato più gettonato però è la sconfitta del Bologna e spesso con una costante: dal momento della promozione della Juventus in Serie A, quando ha segnato due gol al Dall’Ara è sempre tornata a casa con l’intera posta in palio. Un motivo in più per stringere i denti, compattare i reparti ed impedire alla truppa bianconera di scatenare il proprio potenziale offensivo. Ecco i tabellini degli ultimi sei Bologna-Juventus:
2016/17 – 27 maggio 2017, 1-2 (Taider, Dybala, Kean)
2015/16 – 19 febbraio 2016, 0-0
2013/14 – 6 dicembre 2013, 0-2 (Vidal, Chiellini)
2012/13 – 16 marzo 2013, 0-2 (Vucinic, Marchisio)
2011/12 – 7 marzo 2012, 1-1 (Di Vaio, Vucinic)
2010/11 – 24 ottobre 2010, 0-0

Un giovanissimo Antonio Mirante in campo con la Juventus (ph. Goal.com)

EX – Pochi e tutti rossoblù gli ex della sfida che però onestamente hanno pochi ricordi bianconeri almeno a livello di prima squadra. L’unico ad aver collezionato qualche gettone di presenza è Antonio Mirante, entrato nel 2000 nel settore giovanile della Juventus ed autore di 7 presenze nella stagione 2006/07 in Serie B. Cinque anni di vivaio a Torino anche per Mimmo Maietta (dal 1996 al 2001) ma nessuna occasione per approdare in prima squadra mentre invece Saphir Taider è stato juventino solo formalmente. Nel gennaio 2012 venne infatti stipulata una comproprietà risolta poi a favore del Bologna appena sei mesi dopo senza che il centrocampista abbia mai messo piede a Vinovo.

ALLENATORI – La sfida tra i due tecnici pende clamorosamente dalla parte di Massimiliano Allegri che in carriera non ha mai perso al Dall’Ara (10 vittorie e 4 pareggi) ma ha spesso anche battuto il collega Roberto Donadoni (9 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte). Dall’altra parte pessimo bilancio per il tecnico rossoblù nelle sfide contro la Juventus (1 vittorie, 4 pareggi e 9 sconfitte). Entrambi ex calciatori, hanno segnato solo una volta all’avversario attuale.

ARBITRO – Traguardo importante oggi per il 43enne livornese Luca Banti che raggiungerà quota 200 partite dirette in Serie A arbitrando una sfida già vissuta in due occasioni nel 2012 (1-1) e nel 2010 (1-2). Precedenti sicuramente positivi per la Juventus con il fischietto toscano (20 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte), più equilibrio in quelli con i rossoblù (5 vittorie, 8 pareggi e 7 sconfitte). Un dato curioso: il Bologna è l’unica squadra a non aver ancora usufruito di un calcio di rigore nella stagione in corso e Banti non ne ha mai fischiato uno a favore dei felsinei.

Print Friendly, PDF & Email



One thought on “Donadoni a caccia di gloria, Allegri imbattibile al Dall’Ara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *