Donadoni come Brienza e Rizzo: “Peccato gli errori”


Dopo la sconfitta di San Siro parlano Roberto Donadoni, Franco Brienza e Luca Rizzo

– di Marco Vigarani – 

Roberto Donadoni (ph. Zimbio)

Roberto Donadoni rimpiange gli errori commessi dai suoi ragazzi (ph. Zimbio)

Il ko contro l’Inter lascia diversi rimpianti nelle menti dei rossoblù a partire dal tecnico Roberto Donadoni che in sala stampa dichiara: “Forse mentalmente abbiamo pagato dazio. Nel primo tempo siamo stati troppo timorosi del valore dell’avversario anche se già da alcuni giorni dicevo ai ragazzi di evitarlo poi forse nel momento migliore abbiamo subito un uno-due che ha complicato la gara. Sul primo gol non dovevamo neanche concedere l’angolo e dopo si sono verificate una serie di coincidenze fatali, sul secondo abbiamo lascisto l’uomo libero con metri di vantaggio sul marcatore. Le nostre disattenzioni sono arrivate proprio nei momenti in cui invece bisognerebbe aumentare la concentrazione. Dopo ci abbiamo anche creduto ed abbiamo anche creato qualche occasione trovando anche il gol ma serve ancor più convinzione perché qualcuno quando arriva in area sembra ancora trovarsi in terra sconosciuta si può sbagliare ma bisogna provarci. Lo spirito della gara di andata in cui il Bologna ha dominato per 60′ oggi forse ci avrebbe fatto comodo. Sui singoli credo che i centrali almeno su azione siano stati impeccabili, Floccari ha cercato di fare il possibile ma gli esterni dovevano aiutare di più, Zuniga deve crescere di condizione giocando e Brienza ormai penso possa dare il meglioa centrocampo e non da esterno. Il futuro? Ho la possibilità di allenare una grande realtà come il Bologna, ho altri due anni di contratto e qualsiasi opportunità che mi dovesse capitare fra qualche settimana o mese dipenderà solo da quello che avrò fatto qui“.

Brienza accorcia le distanze nel finale, ma non basta (ph. Schicchi)

Brienza ha segnato il gol del 2-1 (ph. Schicchi)

Il primo a presentarsi in mixed zone è il marcatore Franco Brienza che però non può esultare fino in fondo: “Credo sia un peccato – dice – perchè siamo rientrati in partita troppo tardi. Sul piano del gioco però avevamo preparato bene questa sfida e penso che si sia visto perché siamo riusciti ad esprimerci bene anche contro un avversario come l’Inter. Avevamo concesso poco a loro su azione e poi ci hanno puniti su due disattenzioni da calcio piazzato. In fase offensiva invece sapevamo che avremmo avuto poche occasioni e dovevamo sfruttarle meglio. Siamo quasi arrivati alla salvezza che era il nostro obiettivo stagionale ma continueremo ad impegnarci fino alla fine“.

Conferma gli stessi concetti anche l’esterno Luca Rizzo che dice: “Peccato perché non avevamo rischiato praticamente nulla prima di quelle due disattenzioni su calcio piazzato. Non ce le possiamo permettere, lo sappiamo quindi rivedremo la gara e ci prenderemo il cazziatone del mister. Abbiamo avuto anche qualche occasione per riprendere la gara, mi hanno ribattuto due tiri e alla fine il gol è arrivato troppo tardi. Il Bologna scende sempre in campo con la voglia di fare tre punti e credo che abbia disputato anche una buona gara. Magari in avvio abbiamo subito l’Inter ma nel secondo tempo siamo partiti forte imponendo il nostro ritmo. Ripeto: peccato per quelle due ingenuità“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *