Donadoni: “Contro la Juventus puntiamo sulla forza del gruppo”


Giunti alla vigilia di Bologna-Juventus, il tecnico rossoblù Roberto Donadoni carica la sua squadra chiedendo di evitare errori che faciliterebbero il compito all’avversario 

– di Marco Vigarani –

Roberto Donadoni in conferenza stampa

Roberto Donadoni in conferenza stampa

La città sembrava non attendere altro ormai da diversi giorni, per qualcuno la trasferta di Udine è sembrata soltanto un passaggio in vista della partita più sentita della stagione. Sfidare la Juventus è sempre un evento speciale, ma farlo con la convinzione legittima di poterle fare lo sgambetto rende questa vigilia ancor più vibrante ed il tecnico rossoblù Roberto Donadoni ne è consapevole quando ammette: “Non può essere una vigilia come le altre perché la Juventus sta facendo ormai da anni un percorso straordinario ma questa consapevolezza ci deve dare ancora maggiore entusiasmo per affrontate una di quelle sfide che ogni calciatore desidera giocare. Affrontare atleti di livello internazionale può essere motivo di grande crescita per un gruppo giovane ed inesperto come il nostro ma non dobbiamo concentrarci solo sugli avversari“. Il tecnico rossoblù esplicita ancora meglio il concetto dicendo: “La capacità di migliorarsi passa anche dalla mentalità con la quale si affrontano queste sfide perché chi trae motivazioni solo dalla forza dell’avversario dimostra di avere dei limiti. Per questo motivo ribadisco che dobbiamo lavorare prima di tutto su noi stessi e sapere che, anche se ci troviamo nella classica condizione di Davide contro Golia, la forza del gruppo può essere la nostra arma in più contro la Juventus che da parte sua invece può puntare sulla qualità dei singoli“. Anche il Bologna ha alcuni atleti importanti ma secondo Donadoni il loro compito deve essere diverso: “Abbiamo qualche ragazzo con qualità oltre la media ma devono saper essere importanti in un contesto di squadra. Non devono andare alla guerra da soli ma prendersi la responsabilità di trascinare il gruppo“.

Mirante, incolpevole sui due gol

Antonio Mirante dovrebbe recuperare per la gara di domani 

Il mister bergamasco poi, ricordata la possibilità avuta in passato di vestire la maglia bianconera, scende poi più nel dettaglio del suo piano partita: “Mi piacerebbe poter fare la partita ma realisticamente conosco il valore tecnico della Juventus e allora chiedo grande attenzione a tutti i miei ragazzi. Loro hanno giocatori in grado di cambiare da soli l’andamento della gara e punirci quindi noi dovremo evitare di concedere errori gratuiti mantenendo alta la concentrazione per 95 minuti al termine dei quali vedremo quale sarà il risultato“. Infine per Donadoni c’è tempo per qualche commento sui singoli: “Le ultime scelte riguardanti Masina sono state dettate da una serie di fattori ma, adesso che il mercato è finito e tutti quelli che ci sono fanno parte della rosa del Bologna, mi piace che ognuno senta la possibilità di dare il proprio contributo. Zuniga sta crescendo ma non ha assolutamente 90 minuti nelle gambe, Mirante credo che sia recuperato ma aspetto ancora un attimo per averne la certezza. Questa settimana abbiamo avuto una tregua dall’influenza visto che solo Ferrari ne è stato vittima ma visto che domenica scorsa abbiamo ottenuto comunque un risultato eccezionale spero che questo vantaggio abbia ripercussioni anche in campo domani sera“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *