Donadoni: “Domani farò dei cambi ma voglio una grande prestazione”


Vigilia di Coppa Italia per il Bologna e mister Donadoni presenta così la sfida nella quale troveranno spazio alcune riserve

– di Marco Vigarani – 

Roberto Donadoni in conferenza stampa alla vigilia di Bologna-Palermo

Roberto Donadoni in conferenza stampa

Alle spalle la sconfitta contro l’Atalanta, nel futuro la trasferta di Udine ma in mezzo un appuntamento con il Verona per quella Coppa Italia troppo spesso snobbata dai club del massimo campionato. Proprio da questo ragionamento si parte nella conferenza stampa prepartita di Roberto Donadoni che spiega: “La Coppa Italia propone spesso avversari di livello inferiore e se la affronti in una posizione di classifica difficile diventa dura trovare le giuste motivazioni. Ogni partita va affrontata nel modo giusto magari evitando di spendere energie ulteriori nei supplementari. Posso capire che questa competizione non sia il primo obiettivo di una società ma va onorata sempre. La formula attuale poi può risultare un disincentivo“. Il tecnico poi inizia la sua analisi dall’ultima sfida di campionato dicendo: “Contro l’Atalanta nessuno ha fatto davvero una brutta prestazione ma in generale ho visto meno voglia dell’avversario e sotto questo punto di vista dobbiamo migliorare. C’è chi è abituato ad essere sempre motivato e chi invece va spinto maggiormente. Guardarsi alle spalle non dico che sia da perdenti ma non fa parte della mia mentalità. Non possiamo essere sazi anche perché chi ci sta dietro può rimettere tutto in discussione con un paio di risultati positivi. Voglio sempre esprimere al meglio le mie capacità per natura e così i miei obiettivi sono le squadre che mi precedono e stanno facendo meglio di noi”.

Godfred Donsah, tra i migliori del centrocampo rossoblù (ph. Bologna)

Secondo Donadoni il mediano Donsah è quasi al 100% della condizione (ph. Bologna)

Domani intanto arriverà il Verona e mister Donadoni fa il punto della situazione senza svelare però, come di consueto, il suo undici titolare ma dando qualche indicazione di natura motivazionale: “Sicuramente darò spazio a ragazzi che hanno giocato meno quindi ci saranno diversi cambi. Non ci sono grossi problemi, voglio solo dare più respiro ed alternanza ai componenti della rosa. So quello che possono dare: la differenza è nelle motivazioni. Mi aspetto una grande prestazione e segnali positivi da tutti. Giocare male domani sera vuol dire poi ritrovarsi a Udine con il morale a terra: domani si può anche perdere ma solo facendo una grande prestazione“. Scendendo nel dettaglio ecco infine qualche risposta su alcuni singoli: “Di Francesco è disponibile ma non ne conosco l’autonomia, Mounier sta bene, a centrocampo e in difesa ho diverse alternative da Oikonomou a Mbaye. Potrebbe giocare anche Gomis in porta. Donsah dal punto di vista fisico è molto vicino al 100% della condizione. Tanti problemi fisici? Gli infortuni non sono una scusa o un alibi ma soltanto un dato di fatto di cui prendere atto per affrontare sempre le partite con lo stimolo giusto“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *