Donadoni: “È un Bologna con l’acceleratore sempre aperto”


Al termine della gara conclusa con un ottimo pareggio per 2-2 contro la Roma, hanno parlato il mister Donadoni e i difensori rossoblù Adam Masina e Luca Rossettini

– di Marco Vigarani –

Il neo tecnico del Bologna Roberto Donadoni (ph. Schicchi)

Terzo risultato utile consecutivo per Roberto Donadoni (ph. Schicchi)

Due settimane trascorse dalla trasferta vincente di Verona ma il suo Bologna non ha perso lo spirito combattivo dimostrato in terra veneta e dopo aver pareggiato all’ultimo respiro con la Roma rende ancora una volta sorridente Roberto Donadoni che davanti ai cronisti spiega: “Questa squadra ha dimostrato grande spessore tecnico ma soprattutto umano oggi come in settimana ed infatti devo dire che la parte più difficile è stata mandare qualcuno in tribuna. Oggi è toccato a Crimi, Acquafresca e Pulgar che però stanno lavorando anche più degli altri e sanno che avranno il loro spazio. Sono davvero orgoglioso dei miei ragazzi perchè non avremmo assolutamente meritato di perdere ed anzi forse potevamo andare all’intervallo in vantaggio 2-0 se non ci fosse stato annullato ingiustamente un gol. Il Bologna ha dimostrato di non essere da meno di un avversario importante, ha mostrato l’approccio mentale giusto e consapevolezza dei propri mezzi: questo è un gruppo che tiene la manopola dell’acceleratore sempre aperta e mi piace così come apprezzo vedere che i ragazzi hanno capito il mio modo di pormi e lavorare. Anche se c’è stato qualche calo durante la gara abbiamo dimostrato di essere convinti di meritare la Serie A. Non commento le parole di Garcia (“Non parlo di calcio perchè oggi non si è giocata una partita di calcio. La gara andava sospesa sul 2-1” ndr) ma dico che il terreno di gioco non era facile e bisogna sapersi adattare a maggior ragione se l’arbitro in seguito alle sue verifiche decide di farci scendere in campo. Destro è il nostro rigorista e mi ha fatto piacere vedere la sua grinta visto che spesso viene tacciato di essere carente sotto questo punto di vista, gli ho detto che interpretando in questo modo le gare può sicuramente fare qualche gol in più. Non mi è però piaciuto che si sia fatto ammonire e quindi squalificare perciò sarà punito. Maietta ha subito un primo colpo durissimo in seguito al quale non pensavo potesse rientrare in campo e poi ha dovuto cedere dopo il secondo: è un episodio difficile da valutare dal campo ma l’arbitro mi è sembrato a volte disattento. Saputo? È un uomo di poche parole e tanti fatti“.

Voce anche ad Adam Masina, autore del gol del vantaggio e della sua seconda marcatura in Serie A: “Oggi abbiamo disputato una vera e propria battaglia su un campo reso difficile dalla pioggia sia per noi che per la Roma. Abbiamo dimostrato di avere fame di risultati positivi, non meritavamo assolutamente di perdere e ci prendiamo questo buon pareggio per guardare subito avanti. La reazione dimostra che ci stiamo compattando come squadra lavorando sempre uno per l’altro. Sono davvero felice di avere fatto gol nel mio stadio“.

Infine ha parlato Luca Rossettini, difensore che ha causato il secondo rigore per i giallorossi: “Nonostante il punto conquistato contro un’ottima squadra resta comunque l’amaro in bocca per qualche episodio che ha portato ai due rigori a sfavore. Abbiamo però lottato su ogni pallone perchè volevamo un risultato positivo e ce l’abbiamo fatta riuscendo a dare continuità alle nostre prestazioni su un campo pesante. Siamo contenti che Destro sia riuscito a recuperare chiudendo la partita nel migliore dei modi“.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *