Donadoni: “Ko immeritato, in settimana aspetto nuovi arrivi”


Dopo la sconfitta per mano del Chievo, hanno parlato il tecnico Roberto Donadoni ed i rossoblù Saphir Taider ed Erick Pulgar

– di Marco Vigarani –

Roberto Donadoni (ph. Zimbio)

Roberto Donadoni vede il suo Bologna andare ko per la seconda gara interna consecutiva (ph. Zimbio)

Conclude il girone d’andata con una sconfitta inattesa ed anche immeritata, ma Roberto Donadoni non si perde certamente d’animo quando analizza la gara in sala stampa: “Non meritavamo di perdere visto che il Chievo non si è quasi mai reso pericoloso fino al gol. Il nuovo modulo credo sia un’opportunità in più da sfruttare, i ragazzi sono stati bravi a non essere statici pur risultando alla fine imprecisi in disimpegno e in impostazione. Non voglio però recriminare nulla perchè serviva maggiore cattiveria da parte nostra contro una squadra come il Chievo che tende a far giocare male qualsiasi avversario a differenza dell’Empoli che invece era venuto qui a metterci in difficoltà con un gioco di qualità. Il gol subito? Può capitare di perdere palla ma non accetto che non si corra indietro a coprire poi comunque eravamo in superiorità numerica anche in mezzo all’area e non siamo stati bravi a chiudere sugli avversari. Il rigore? Può capitare di sbagliare così come Destro può aver subito il contraccolpo psicologico dell’errore. Pulgar ha fatto bene sia come quantità che come qualità mostrando lo spirito giusto mentre invece Mbaye mi è sembrato condizionato dalla necessità di dimostrare qualcosa di più: ha qualità ma deve fare un passo avanti“. La chiusura è dedicata da Donadoni al mercato e ad un’ammissione: “Credo e spero che in settimana ci siano novità e che si possano chiudere in tempi brevi alcune operazioni che avevamo pensato potessero essere utili per rinforzarci“. In effetti domani sarà il giorno di Sergio Floccari al Bologna con Mancosu che raggiungerà quindi il Carpi e si cercherà di fare passi avanti anche per Zuniga ed un possibile ritorno di Ramirez.

Taider in conferenza stampa  (ph. Bologna fc)

Taider non ha cercato alibi per la sconfitta contro il Chievo (ph. Bologna fc)

Proprio un ex compagno dell’uruguaiano, il centrocampista Saphir Taider, è stato il primo a parlare in mixed zone dicendo: “Il Chievo ha fatto gol sull’unico tiro in porta ma non dobbiamo cercare alibi nè nasconderci dietro alle assenze. Non abbiamo dato il 100% e non possiamo permettercelo nonostante la naturale stanchezza derivante da due gare ravvicinate anche perchè se vogliamo crescere dobbiamo abituarci a questo tipo di calendario. Sapevamo che il Chievo è una squadra esperta e difficile da affrontare mentre per noi è più facile giocare contro formazioni più aperte ma adesso ripartiamo dalla sfida contro la Lazio che apre un girone di ritorno importante“.

Infine voce al cileno Erick Pulgar, oggi regista del Bologna: “Oggi ho giocato in un ruolo che avevo già ricoperto in altre squadre e mi sono trovato bene, sono piuttosto soddisfatto della mia prestazione. Purtroppo non abbiamo saputo sfruttare le poche occasioni create cercando di tenere la palla alta poi forse il rigore sbagliato non ci ha aiutati a cambiare il senso della partita. Nelle gare casalinghe forse paghiamo ancora troppo la pressione di dover vincere e sotto questo aspetto dovremo migliorare nel girone di ritorno. In questi mesi a Bologna ho imparato tanto, sto cercando di adeguarmi al calcio italiano soprattutto dal punto di vista tattico“.

Print Friendly, PDF & Email



One thought on “Donadoni: “Ko immeritato, in settimana aspetto nuovi arrivi”

  1. Vecchio Tifoso

    Mi dispiace per Destro, ma non si può tirare un rigore centrale e basso il portiere con i piedi ci arriverà sempre, se si decide di tirarlo centralmente vuole a mezza altezza, ( buttati tre punti )

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *