Donadoni: “Partita straordinaria, avanti con questo spirito”


Dopo lo 0-0 contro la Juventus si è detto ovviamente soddisfatto il tecnico rossoblù Roberto Donadoni. In mixed zone sono invece intervenuti Giaccherini e Mbaye

– di Luigi Polce –

Donadoni in conferenza stampa

Donadoni in conferenza stampa

L’impresa è compiuta, la Juventus è fermata. E mister Donadoni non può non essere soddisfatto, nonostante un inizio di partita un po’ sofferto: “Chiaro che quando affronti una squadra come la Juventus, che ha qualità e intensità di assoluto valore, sei più condizionato: sai che ogni piccola sbavatura può causare dei danni poi irrimediabili, e quindi tendi a giocare con eccesso di frenesia che ti porta poi a sbagliare. Da parte nostra comunque è stata una partita straordinaria, in particolare dal punto di vista fisico e della compattezza: la linea difensiva ha fatto un’ottima prestazione, rischiando poco, proprio perchè tutti i reparti hanno dato una mano. E’ anche vero che in fase di ripartenza siamo mancati nella scelta dell’ultimo passaggio e nella gestione della palla, lì dobbiamo ancora crescere, ma era importante che la suqadra rispondesse così come ha fatto, sono felice per loro. Il campionato si decide a Bologna? E’ innegabile che il campionato debba passare da tutte le squadre, se poi la coincidenza ha fatto in modo che noi fossimo l’ago della bilancia è un motivo di elogio in più per i ragazzi, e non può che farmi piacere. Noi comunque abbiamo ancora tanta strada da fare per raggiungere un traguardo imprescindibile come la salvezza: non dobbiamo perderlo di vista, guardando partita dopo partita con questo spirito, che rende tutto più facile. Senza mai allentare la tensione, perché le difficoltà sono dietro l’angolo”.

Giaccherini affronta due avversari (ph. Schicchi)

Giaccherini affronta due avversari (ph. Schicchi)

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Emanuele Giaccherini: “Abbiamo fatto una gran partita contro una squadra fortissima come la Juventus, la più forte d’Italia e tra le più forti in Europa. Era la partita che dovevamo fare e faccio i complimenti a tutti, adesso ci godiamo questo punto importante e da lunedì penseremo al Palermo. Noi dobbiamo cercare di giocarcela in ogni partita e provare a fare più punti possibile, stiamo bene dal punto di vista fisico e mentale e dobbiamo approfittarne. Nazionale? Contento che Conte ci segua, l’azzurro è un obiettivo che passa però da Bologna: spero di continuare a fare bene fino alla fine e che il mister possa darmi un’opportunità. Il mio futuro? Ho detto in tante circostanze di voler restare qua, a fine campionato tireremo le somme e vedremo”.

Buona la prestazione di Ibrahima Mbaye (ph. Schicchi)

Buona la prestazione di Ibrahima Mbaye (ph. Schicchi)

Dopo Giaccherini è stato il turno di Mbaye, recuperato Donadoni dopo un periodo molto complicato dal suo arrivo a Bologna: “Il mister mi sta dando fiducia e io ci sto mettendo del mio, lavorando per migliorare soprattutto sulla fase difensiva: sono consapevole che è il mio tallone d’Achille, ma grazie al lavoro dello staff tecnico e all’aiuto dei compagni direi che i miglioramenti ci sono stati e sono visibili”. Sulla partita, invece: “Loro sono una squadra molto forte, noi siamo riusciti a difenderci in maniera compatta svolgendo la partita esattamente come l’avevamo preparata in settimana. Ma non possiamo essere mai sereni, perchè l’obiettivo adesso è quello di conquistare più punti possibili senza guardare l’avversario”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *