Doppietta Ferrari in Ungheria: le classifiche tornano a sorridere


Vettel vince, Raikkonen arriva secondo davanti a Bottas e le Ferrari sorridono in Ungheria prendendosi punti pesanti in classifica piloti e costruttori

– di Alberto Bortolotti –

Festa Ferrari sul podio del Gran Premio d’Ungheria (ph. Zimbio)

Hungaroring, sei benedetto: la Ferrari rilancia prepotentemente la doppia chance mondiale, piloti e costruttori, con i primi due posti sul podio nell’undicesima gara della stagione.

Parla Maurizio Arrivabene, team principal: “Quando Hamilton si è scambiato la posizione con Bottas chiaramente abbiamo avuto un po’ di timore, ma i dati continuavano a dire che eravamo migliori noi. Naturalmente un po’ di batticuore c’era. C’è tantissima soddisfazione perché abbiamo iniziato la seconda parte di stagione con una bellissima doppietta, ora i ragazzi potranno riposarsi dopo l’enorme lavoro svolto“.

Vettel e Raikkonen sempre davanti, Bottas deve cedere il passo ad Hamilton che prova il riaggancio con le Rosse ma, vista la mala parata, ridà il podio al finlandese. Un gesto riparatore e noncurante di possibili conseguenze finali.

Ha detto l’inglese di colore: “Siamo una vera squadra ed oggi abbiamo dimostrato quanto. Sono molto contento della mia prestazione, specie nel secondo stint. E’ un peccato che su questa pista sia difficile superare, forse su un altro circuito sarei riuscito ad andare in testa. Purtroppo non sono riuscito a portare a casa tutti i punti che volevo ed il mio gap da Vettel è adesso di quattordici lunghezze. Ad ogni modo sono fiero di me stesso“.

Verstappen prende la quinta piazza nonostante il drive through beccato per avere sbattuto fuori il compagno Ricciardo al via, ennesima prodezza dell’impunito olandese. Bel sesto posto di Alonso, ultimo a pieni giri, poi i doppiati incominciano con Sainz, e ancora Perez, Ocon e Vandoorne. Hulkenberg sarebbe andato a punti ma si è ritirato all’ultimo giro.

In classifica 14 punti di vantaggio di Vettel su Hamilton e 33 su Bottas. Raikkonen è quinto, 1 lunghezza sotto Ricciardo. Tra i costruttori 33 punti di vantaggio della Mercedes sulla Ferrari.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *