Dybala ennesima perla, Paulo Sousa turnover sconsiderato


Top e Flop della 29^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

L'esultanza di Dybala, che chiude il match contro l'Inter (ph. zimbio)

Ennesima perla di Dybala e la Juventus vola in classifica (ph. zimbio)

Dybala (Juventus): ancora una volta dimostra di essere l’uomo in più della corazzata bianconera che durante questa stagione, più che mai, ha fatto della difesa il suo punto di forza, affidandosi spesso alle giocate del giovane talento argentino per risolvere le partite. Paulo anche stavolta non tradisce le aspettative e confeziona il successo con una sinistro a giro da fuori area che in pochi possono permettersi. Ennesima perla di un campione che speriamo di ammirare ancora a lungo nel nostro campionato;

Florenzi (Roma): il nuovo capitano tuttofare della Roma si rende ancora una volta protagonista, realizzando la rete del momentaneo 2-0 con un bellissimo palleggio volante con cui supera il diretto avversario per poi appoggiare la palla in rete di precisione. Considerando che quasi ogni partita alterna il ruolo di terzino a quello di attaccante esterno, i risultati sono più che soddisfacenti;

Klose (Lazio): finalmente si sblocca il centravanti tedesco che suona la sveglia ai suoi con una doppietta da 3 punti. Bravo a seguire il compagno Mauri in occasione della rete che sblocca la partita, chiude la gara a tempo scaduto appoggiando in rete l’assist di Felipe Anderson. Importantissimo per Pioli aver ritrovato i gol di Miro.

FLOP

La grinta di Paulo Sousa, alla guida della Fiorentina da questa stagione (ph. zimbio)

Inspiegabile turnover di Paulo Sousa che pareggia con l’ultima in classifica (ph. zimbio)

Paulo Sousa (Fiorentina): clamoroso stop casalingo per la Viola che pareggia contro il Verona fanalino di coda e ad un passo dalla retrocessione. Inspiegabile il turnover applicato dall’allenatore portoghese che lascia in panchina giocatori fondamentali come Ilicic, Kalinic e G.Rodriguez, stravolgendo in pratica ogni reparto, mettendo in difficoltà più i suoi stessi giocatori che gli avversari. Non solo il 3° posto è sempre più lontano, i toscani sono anche stati raggiunti in classifica dall’Inter;

Peluso (Sassuolo): che Cuadrado fosse un cliente difficile già si sapeva, però il difensore del Sassuolo a volte nemmeno prova a mettere la gamba per fermare il colombiano che lo “mangia” letteralmente in velocità in occasione della rete di Dybala, che decide la gara;

Soddimo (Frosinone): commette un’ingenuità clamorosa, atterrando Crimi in posizione defilata dentro l’area di rigore al 90′, permettendo così al Carpi di portare a casa 3 punti fondamentali per la lotta salvezza. Disattenzioni del genere possono costare una stagione.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *