Dzeko dimostra tutto il suo valore ; Gastaldello affonda il Bologna


Top e Flop della 7^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

Subito decisivo Edin Dzeko, nuovo centravanti della Roma

Prestazione maiuscola per il centravanti della Roma Edin Dzeko

Dzeko (Roma): finalmente il centravanti bosniaco fa vedere di che pasta è fatto. Partita praticamente perfetta: sblocca il risultato dopo soli 5′ grazie ad un preciso assist di Bruno Peres; lotta e dialoga con i compagni di reparto sovrastando fisicamente Murillo, vincendo praticamente ogni duello aereo. Se non fosse per una parata incredibile di Handanovic avrebbe anche trovato il secondo gol personale. Vedremo se dimostrerà continuità di rendimento;

Simeone (Genoa): seconda rete consecutiva per il giovanissimo attaccante argentino. Non solo segna il gol che decide la sofferta trasferta al Dall’Ara, per tutta la gara è una spina nel fianco per la retroguardia di Donadoni. Dimostra anche un’ ottima progressione palla al piede quando lascia sul posto un paio di uomini sulla corsia sinistra, si accentra e centra un palo clamoroso a Da Costa battuto;

Iago Falque (Torino): l’attaccante spagnolo continua a beneficiare della cura Mihajlovic. Ennesima partita di grande sostanza con un bellissimo gol, quello che sblocca la gara, dove mostra tutto il suo repertorio: dribbling e mancino micidiale. Oltre al gol confeziona anche un pregevolissimo assist che Benassi trasforma nella rete del 2-0. Il Toro ora sogna in grande.

FLOP

Gastaldello viene espulso da Mascara in Bologna-Genoa 0-1 (ph. Sportmediaset.mediaset.it)

Gastaldello viene espulso per proteste lasciando il Bologna in 10 per tutto il secondo tempo (ph. Sportmediaset.mediaset.it)

Gastaldello (Bologna): se il capitano deve essere l’ultimo ad abbandonare la nave, in questo caso è colui che l’affonda: protesta per un fallo di Simeone su Verdi beccandosi un giallo, forse troppo precipitoso, per proteste; non contento si dirige verso il quarto uomo dando del pazzo al direttore di gara che immediatamente gli sventola il rosso in faccia. Lascia così i suoi in 10 per tutto il secondo tempo, dove il Genoa trova la rete decisiva;

Murillo (Inter): il difensore colombiano è spesso in difficoltà su Dzeko, non riuscendo praticamente mai ad anticiparlo. Colpevole in occasione del gol di Manolas che decide la gara, si fa tagliare fuori dal gioco a due di De Rossi e del difensore greco, che lo anticipa sul primo palo e brucia un incolpevole Handanovic;

Heurtaux (Udinese): difficile trovare il peggiore di questa Udinese. In una squadra dove regna la confusione la fase difensiva è quella che ne risente maggiormente; il terzino belga poi, ha come cliente un Keita in grande forma e, ammonito dopo soli 20′, viene puntualmente puntato e saltato per l’intera durata della gara.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *