Dzemaili bomber del Bologna. Quanto è bravo il giovane Chiesa


Top e Flop della 21^ giornata di Serie A

– di Francesco Ferrari –

TOP

Blerim Dzemaili ha deciso la sfida contro il Torino con una doppietta (ph. Zimbio)

Dzemaili (Bologna): faro del centrocampo rossoblu, all’occorrenza anche centravanti aggiunto. Promesso alla MSL League a fine stagione, probabilmente Donadoni farà di tutto pur di trattenerlo a Bologna. Bravissimo ad inserirsi in area di rigore in occasione della rete che sblocca la gara, sfrutta al meglio la sponda di Krejci beffando Hart da pochi passi. Chiude la partita nella ripresa con un altro sinistro chirurgico a incrociare su ottimo invito di Donsah. Aspettando le reti di Destro, ad oggi è lui il bomber del Bologna;

Chiesa (Fiorentina): è il giorno della sua consacrazione calcistica. Alzi la mano chi non ha rivisto in lui il furore agonistico del padre. Parte in affanno contro l’esperienza di Gobbi ma con il passare dei minuti diventa incontenibile, guadagnandosi prima il rigore del 2-0 e segnando poi la sua prima rete in Serie A nei minuti di recupero, con un bel tiro ad incrociare;

Mchedlidze (Empoli): gol pesantissimo del centravanti georgiano che allontana definitivamente i toscani dalla zona calda della classifica. Bravissimo nel gioco aereo ma abile anche palla al piede, decide la gara contro l’Udinese con uno stacco imperioso al centro dell’area che non lascia scampo a Karnezis.

FLOP

Gli errori di Bizzarri hanno condannato il Pescara alla sconfitta

Bizzarri (Pescara): l’esperto portiere argentino passa un pomeriggio da dimenticare, dove sbaglia praticamente tutto. Prima regala a Matri la rete del vantaggio emiliano non coprendo il primo palo, poi sbaglia i tempi dell’uscita facendosi anticipare di testa da Pellegrini che riporta in vantaggio il Sassuolo dopo il momentaneo pareggio di Bahebeck. Per il Pescara la salvezza è ormai un miraggio;

Gomez (Milan): ogni volta che il pallone gli finisce tra i piedi San Siro ha un sussulto. Il povero Paletta deve fare gli straordinari per coprire i buchi lasciati dal compagno di reparto, sempre in affanno contro i velocissimi attaccanti del Napoli. Ancora non è pronto per partite con questa intensità e forse non lo sarà mai;

Dainelli (Chievo): ennesima indecisione pagata a caro pezzo per il centrale di Maran. Dopo solo 17′ di gara sbaglia un facile controllo nei pressi dell’area di rigore, permettendo così a Tello di segnare indisturbato la rete che sblocca la gara a favore della Fiorentina.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *