Ecco la Ducati GP15: obiettivo vittoria


Presentata la Ducati Gp15 che affronterà la prossima stagione in MotoGp con l’obiettivo di vincere almeno una gara

– di Marco Vigarani –

La nuova Ducati Desmosedici GP15 (ph. Ducati)

La nuova Ducati Desmosedici GP15 (ph. Ducati)

Il prossimo 29 marzo in Qatar prenderà il via la nuova stagione della MotoGP e la bolognese Ducati ha presentato ieri la nuova nata della scuderia che affronterà in pista le dominanti giapponesi Honda e Yamaha. La Ducati Desmosedici GP 15 si presenta, a detta degli stessi piloti Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, come molto più piccola e compatta oltre che, per gli amanti dell’estetica, anche decisamente diversa dai modelli precedenti. Modificata tanto nella parte posteriore dominata dallo scarico quanto nel cupolino schiacciato anteriore, la caratteristica più evidente riguarda però proprio la forma più stretta che inevitabilmente renderà la moto anche più leggera.

L’obiettivo stagionale della Ducati è stato dichiarato molto chiaramente dall’ingegnere Gigi Dall’Igna: “Vogliamo vincere almeno una gara – ha spiegato – e poi competere per il podio in tutte le altre. Abbiamo piloti con stili di guida e caratteristiche diverse quindi ognuno dei due avrà la possibilità di mettersi in luce in diversi gran premi: spero che possa essere una stagione memorabile. Anche se questo progetto si presenta come una rivoluzione, ho cercato di utilizzare tutti i dati e le ricerche degli anni scorsi mettendo in contatto tutti i protagonisti dall’azienda alla pista“. Ha poi espresso il suo pensiero anche l’amministratore delegato Claudio Domenicali: “È nostra intenzione spostare più  avanti il campo conosciuto. Abbiamo chiuso il 2014 con il quinto anno consecutivo di crescita e per noi l’internazionalizzazione è la chiave del nostro successo anche se, nonostante la presenza forte di Audi, restiamo fortemente italiani“.

Parola quindi ai due piloti con Andrea Dovizioso che ha spiegato: “La Ducati GP15 è bella fuori ma soprattutto dentro. Sappiamo cosa serve per stare alla pari con i primi e stiamo seguendo la strada giusta. La differenza sostanziale è che la moto è molto più piccola nella parte della seduta e del telaio“. Concorda anche Andrea Iannone che ha detto: “Sul fatto che sia bella siamo tutti d’accordo, ora dobbiamo scoprire quanto va forte in pista. Personalmente però sono fiducioso e positivo. Sono cresciuto con la Ducati spero di restare qui a lungo: l’obiettivo della vittoria stagionale è stimolante e realizzabile“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *