Euro 2016: crollo Spagna e Germania, rinascita Olanda


Si sono conclusi i primi tre giorni di sfide valide per il secondo turno di qualificazione a Euro 2016 e non mancano le prime sorprese nei nove gironi coinvolti

– di Marco Vigarani –

 

La papera di Casillas che ha regalato il gol a Kucka

La papera di Casillas che ha regalato il gol a Kucka

Giovedì hanno iniziato le ostilità le formazioni del Girone C, ora guidato a sorpresa dalla Slovacchia che infligge un’umiliazione alla Spagna in cui Casillas regala un gol al genoano Kucka spianando la strada per il successo ai padroni di casa per 2-1. L’Ucraina passa in Bielorussia sbloccando il risultato solo nei minuti finali grazie ad un autogol mentre invece un ottimo Lussemburgo impegna severamente la Macedonia ribaltando lo svantaggio iniziale e portandosi anche sul 1-2 prima di venire ripreso e rimontato per il 3-2 finale. Nella stessa giornata l’Inghilterra ha confermato il suo dominio sul Gruppo E travolgendo il San Marino grazie ad una grande prestazione di Rooney ma anche la Lituania non ha mollato e mantenuto il passo dei britannici sconfiggendo 1-0 l’Estonia grazie ad un errore del portiere avversario. Super Handanovic invece ha respinto tutti gli assalti della Svizzera (ancora ultima a 0 punti) regalando un prezioso successo alla Slovenia. Nel Girone G regna un equilibrio assoluto con ben tre squadre in testa a quota 4 punti ma brilla l’ottimo pareggio per 0-0 del Liechtenstein contro il Montenegro. L’Austria supera senza problemi la Moldavia con un buon 2-1 in trasferta mentre invece Svezia e Russia non vanno oltre un pareggio a reti bianche anche se gli uomini di Capello hanno prima neutralizzato un rigore agli avversari e poi sfiorato il colpo del ko nella ripresa.

L'esultanza dell'olandese Afellay

L’esultanza dell’olandese Afellay

Nella giornata di venerdì è stato poi il turno del Gruppo A in cui l’Islanda prosegue la sua sorprendente cavalcata trionfale con un netto 3-0 imposto sul campo della Lettonia grazie ancora ad un grande Sigurdsson che apre le danze e viene imitato dai compagni Gunnarsson e Gislason. Il primo posto a punteggio pieno è condiviso con la Repubblica Ceca che in Turchia recupera lo svantaggio iniziale e vince 2-1 mentre si risveglia anche l’Olanda che, dopo la sconfitta nella prima giornata, supera non senza qualche difficoltà per 3-1 il Kazakistan grazie anche ad Afellay, tornato al gol dopo due anni. Il Galles resta invece al comando del Girone B con 4 punti dopo aver pareggiato senza gol con la Bosnia ma sente il fiato sul collo di Israele che vince 2-1 a Cipro e soprattutto del Belgio che strapazza Andorra con un 6-0 in cui spiccano le doppiette di De Bruyne e del napoletano Mertens. Da segnalare che gli inseguitori hanno una partita in meno in seguito al rinvio proprio di Israele-Belgio. Passando quindi al Gruppo H troviamo in testa l’Italia che soffre ma batte 2-1 l’Azerbaigian grazie ad una doppietta di Chiellini ma anche la Croazia che conquista il successo di misura in Bulgaria grazie ad un autogol di Popov. La Norvegia conquista la sua prima vittoria imponendosi per 3-0 a Malta con una prova maiuscola di King, autore di una doppietta e di un assist vincente.

Robbie Keane, autore di una tripletta

Robbie Keane, autore di una tripletta

Infine ieri l’Irlanda ha infierito su Gibilterra con un 7-0 che porta la firma dell’ex interista Keane, autore di una tripletta in poco più di un quarto d’ora e comanda ora la classifica del Gruppo D in compagnia di una straordinaria Polonia che in casa ha avuto la meglio sulla Germania per la prima volta nella storia: 2-0 il risultato finale macchiato da un errore in uscita di Neuer. Vittoria anche per la Scozia che approfitta di un autogol per superare la Georgia. Anche l’Irlanda del Nord è prima nel Girone F dopo aver superato senza problemi le Far Oer per 2-0. In seconda posizione troviamo invece la Romania che non è andata oltre il pareggio per 1-1 in casa contro l’Ungheria in un clima rovente sugli spalti che ha portato grande tensione anche tra gli atleti in campo. Al secondo posto si trova anche la Finlandia che ha rimediato un altro pareggio con medesimo risultato con la Grecia. Per quanto riguarda infine il Gruppo I troviamo in vetta la strana coppia formata da Danimarca e Albania che nello scontro diretto ieri si sono accontentate di un pareggio per 1-1. Con lo stesso risultato si è conclusa anche Armenia-Serbia con gli ospiti apparsi decisamente poco ispirati tanto da rischiare seriamente la sconfitta.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *