Europa League: ruggito Napoli, pareggia la Fiorentina


I quarti di finale d’andata di Europa League sorridono alle italiane con il Napoli corsaro in Germania e la Fiorentina illesa in Ucraina. Vince il Siviglia, pareggiano Bruges e Dnipro

– di Massimo Righi –

L'urlo di Higuain dopo il gol dell'1-0 al Wolfsburg (ph EPA/Peter Steffen)

L’urlo di Higuain dopo il gol dell’1-0 al Wolfsburg (ph EPA/Peter Steffen)

Continua la marcia delle italiane in Europa League, con il Napoli che schianta a domicilio il Wolfsburg, la seconda forza di Germania e la Fiorentina che pareggia in extremis in casa della Dinamo Kiev dopo aver sfiorato il gol a più riprese. A Siviglia, i padroni di casa hanno ribaltato lo svantaggio contro lo Zenit e si sono imposti di misura, mentre a Bruges è finita a reti inviolate fra i belgi ed il Dnipro.

Wolfsburg-Napoli 1:4 – A dispetto delle difficoltà annunciate in casa del Wolfsburg, secondo in Bundesliga, il Napoli detta legge alla Wolkswagen Arena. Al quarto d’ora Higuain porta in vantaggio i partenopei e dopo 8 minuti Hamsik raddoppia. I tedeschi crollano e il Napoli ancora con Hamsik sfiora il tris, poi un grande Andujar salva su un missile di Schürrle. Nella ripresa, Hamsik fa doppietta e Gabbiadini cala il poker di testa, con il 5-0 che viene negato dalla traversa. A una decina di minuti dalla fine accorcia Bendtner, ma la qualificazione azzurra pare al sicuro.

Dinamo Kiev-Fiorentina 1:1 – La Fiorentina parte forte con Salah che semina il panico tra gli avversari e serve Joaquin, il cui tiro viene bloccato dal braccio galeotto di Khacheridi: l’arbitro però non dà rigore. Gomez tenta di segnare in due occasioni, poi ci provano anche Joaquin e Salah, invano. Ciononostante è la Dinamo a segnare con Lens, il cui tiro da fuori s’impenna beffando Neto. Gli ucraini si chiudono ma la viola non demorde. Borja Valero colpisce il palo di testa ma al 92’ su cross di Mati Fernandez, Babacar da due passi in rovesciata coglie il tanto agognato pareggio

Siviglia-Zenit 2:1 – Il Siviglia detentore dell’Europa League ha faticato non poco a domare lo Zenit in casa propria. Gli andalusi sono andati sotto per via del gol di Ryazantsev, che con gran sinistro infilatosi sotto la traversa ha sbloccato la partita. Nella ripresa però, Bacca ha pareggiato di testa su calcio d’angolo poi Denis Suarez ha ribaltato la situazione trasformando in rete un assist di Mbia con un destro secco all’angolo basso, quando mancavano appena 2’ alla fine della partita.

Bruges-Dnipro 0:0 – In terra belga presso lo stadio Breydel di Bruges, gli uomini allenati dall’ex portiere Preud’Homme, reduci da un ko che ha interrotto la striscia di otto successi consecutivi, hanno domato la compagine ucraina del Dnipro, terzi in classifica nel proprio campionato. Gli ospiti si sono resi pericolosi con il solito Konplyanka, e in almeno altre quattro occasioni, mentre i padroni di casa si sono fatti vedere con i tentativi di Izquierdo, Rafaelov e Vázquez. Tante emozioni ma nessun gol nelle Fiandre, con la qualificazione apertissima in vista del ritorno in Ucraina.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *