F1, Mercedes fa 6 su 6. Rosberg vince due volte


Quattro soli piloti a pieni giri, un sorpasso in vetta alla classifica e alcune conferme

di Alberto Bortolotti                                                               

La Ferrari al GP di Monaco (ph. f1world.it)

La Ferrari al GP di Monaco (ph. f1world.it)

Il Gran Premio di Monaco laurea vincitore Nico Rosberg sulla sua pista preferita e, con le consuete incursioni della safety car, tiene al secondo posto, in corsa e in graduatoria, il suo compagno Lewis Hamilton.

La Mercedes fa 6 su 6 nel Mondiale, ma il clima interno è da guerra fredda, l’inglese prima si lamenta di un cambio gomme ritardato, poi zittisce gli ingegneri che gli segnalano la progressione di Ricciardo e lui voleva solo sapere quanto fosse avanti Rosberg.

Con Vettel ritirato dopo 4 giri e fermo a 45 punti Daniel Ricciardo è terzo e sale a 54.
Fernando Alonso è quarto sul tracciato monegasco e terzo con 61 punti. Molto sfortunato il suo compagno di squadra Raikkonen, prima tamponato e poi protagonista di una collisione con Magnussen, alla fine il finlandese è dodicesimo.
Vanno a punti anche Hulkenberg, Button, Massa, Bianchi e Grosjean.

Come scrive Franco Nugnes su Omnicorse, il dissidio interno alla Mercedes risale al gp di Spagna: Hamilton  ha deciso di fare ricorso al pulsante OT per rimettere Nico alla distanza di sicurezza nonostante gli accordi dicessero il contrario. Gabola scoperta dal responsabile della telemetria che ha segnalato ai capi del team che Lewis aveva disatteso gli ordini. Hamilton, colto in fragrante, si è giustificato con il team e alla fine della riunione è andato da Nico per scusarsi. E il tedesco ha accettato le spiegazioni dell’inglese. Niki Lauda e Toto Wolff erano convinti che la stretta di mano fra i piloti avrebbe chiuso quello che poteva diventare un caso. La questione, per fortuna loro, era rimasta in pancia alla squadra. E l’inglese crede che Rosberg gli abbia resa pan per focaccia nella qualifica di Montecarlo di sabato, ma ha rifiutato la stretta di mano. Una inimicizia ormai insanabile, cosa che ad Hamilton capita per la seconda volta, era già successo con Alonso in Mc Laren.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *