Federer ci riprova a Miami: gli italiani Seppi e Lorenzi sono già out


Lo svizzero va a caccia a Miami del terzo titolo stagionale. Seppi e Lorenzi non vanno oltre il secondo turno, solo Fognini arriva agli ottavi

-di Giuseppe Cambria-

Roger Federe punta al terzo titolo stagionale sul cemento di Miami (ph. Zimbio)

Lo spostamento non è stato lunghissimo: dalla California alla Florida. Eppure il Miami open, secondo masters 1000 della stagione che si è iniziato dal 20 marzo e si concluderà il 2 aprile, dopo il conterraneo Indian Wells, inizia senza diverse pedine rilevanti. Novak Djokovic e Andy Murray hanno dato forfait per problemi fisici, così lasciando al trentacinquenne Roger Federer la possibilità di mettere a segno una strepitosa doppietta a distanza ravvicinata, dopo la vittoria a Indian Wells. Tutto facile per lo svizzero al secondo turno contro la promessa americana Frances Tiafoe, che regge con carattere il match, ma si deve arrendere dopo un’ora e un quarto al gigante in due set, con il punteggio 7-6 6-3. Federer incontrerà al terzo turno l’argentino Juan Manuel Del Potro, che al secondo turno ha fatto fuori l’olandese Robin Haase, quest’ultimo chiacchierato in questi giorni esclusivamente per il selfie fatto con l’’iguana che aveva invaso il campo. Il discorso fatto per Federer si può allargare benissimo anche a Rafa Nadal che ha superato già il terzo turno contro il tedesco Philipp Kohlschreiber, anche se partito con un primo set perso in maniera indecorosa: 6-0. Si è rifatto egregiamente nei due successivi, chiudendoli sul 6-2 6-3. Invece non saranno più del torneo e che mira al primo trofeo stagionale. Bene anche Kyrgios, Nishikori e Wawrinka.

Fabio Fognini è l’unico italiano ad essere arrivato agli ottavi (ph. Zimbio.com)

Out Lorenzi e Seppi – Molto male vanno invece gli italiani. Escono subito al secondo turno sia Andreas Seppi che Paolo Lorenzi. Il primo soccombe a Gilles Muller, numero 29 del mondo, in due set con il punteggio 7-6 7-6. In un match andato avanti per servizio alla fine ha avuto la meglio l’atleta lussemburghese che con la forza del proprio servizio e più cinismo è riuscito a vincere il match ai tie break. Il secondo, Paolo Lorenzi, lotta di più nel match contro il francese Adrian Mannarino, numero 32 del ranking, ma quest’ultimo sembra avere più benzina. Un Lorenzi scarico perde il match in tre set: 6-4 3-6 6-2 ed è costretto a salutare i campi di Miami.
Solo Fabio Fognini tiene viva la speranza italiana qualificandosi agli ottavi, dopo un terzo turno approcciato malissimo. Infatti il ligure parte male psicologicamente nel match contro il francese Jeremy Chardy, perdendo la racchetta (rotta) e il primo set con il punteggio di 3-6. La sfida si capovolge in un momento di calo fisico per l’italiano (problema al braccio destro), ma che ha sempre dimostrato di essere capace di reagire con tenacia nonostante le difficoltà. Conquista gli altri due set per 6-4 6-4 e strappa il biglietto per gli ottavi dove incontrerà lo statunitense Donald Young, con lo sfavore dei pronostici.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *