Fenucci: “Bologna rinforzato, Saputo è soddisfatto. Mai trattato Balotelli”


Oggi, presentata la partnership con Granarolo, Claudio Fenucci ha fatto il punto sul mercato del Bologna rispondendo ai tanti quesiti della città

– di Marco Vigarani –

Questa mattina era in programma la presentazione del nuovo legame tra il Bologna e Granarolo che torna ad affiancare il suo nome a quello del club rossoblù per la stagione appena iniziata esponendo il proprio marchio sulle divise del settore giovanile. Ovviamente però l’amministratore delegato Claudio Fenucci ha però fatto anche un doveroso punto sulla campagna di calciomercato che ha destato critiche soprattutto nel finale.

Fenucci, amministratore delegato del Bologna (ph bolognafc.it)

Claudio Fenucci, amministratore delegato del Bologna (ph bolognafc.it)

Ritengo che la squadra sia stata rinforzata – ha spiegato – perchè abbiamo inserito in rosa ragazzi di qualità che ora sono a disposizione del mister. Tocca al nostro staff ora valorizzarli contribuendo alla crescita non solo dei nuovi arrivi ma anche di chi era già in rosa ed è rimasto con noi. Saputo è soddisfatto, abbiamo seguito un piano preciso e concordato ad inizio della sessione di mercato mantenendoci all’interno dei paletti economici fissati. Delle due alternative di cui avevo parlato abbiamo scelto una terza via con spese leggermente superiori ma comunque un leggero utile finale“. Si parla quindi di conti e la precisazione giunge a toccare le corde del passato: “Saputo nella sua gestione si è esposto per 44 milioni soltanto in cartellini di calciatori ma ha già speso tanto anche per mettere in sicurezza il club. Quando siamo arrivati abbiamo trovato 30 milioni di debiti ed una perdita di bilancio superiore ai 25 milioni. Credo quindi che le eccessive aspettative siano state forse strumentalizzate perchè noi dobbiamo puntare a mantenere questa dimensione almeno fino al 2018: in poche parole non possiamo permetterci giocatori giovani e già affermati ma costruirceli in casa. Quando poi cambierà la ripartizione dei diritti tv ed il Bologna avrà realizzato i suoi piani immobiliari allora potremo avere progetti più ambiziosi“.

Mario Balotelli con la maglia del City (ph. Wallpapercow.com)

Fenucci ha negato ogni trattativa con Balotelli
(ph. Wallpapercow.com)

Fenucci scende quindi nello specifico parlando del problema di un attacco già sterile un anno fa e dice: “I gol arrivano sempre dalla squadra prima che dal singolo atleta. Non possiamo poi dimostrare che chi ci ha lasciati quest’anno avrebbe fatto più gol di chi è arrivato. Inoltre Sadiq è un ragazzo pronto a dare una mano a Destro che è il nostro attaccante principe. Balotelli? Ho letto il suo nome accostato a tutte le squadre italiane ma non so come sia nata questa voce del Bologna. Con noi non è mai esistita alcuna trattativa e se Saputo ne ha parlato penso si riferisse all’anno scorso. Cerci? Non avevamo intenzione di fare un ultimo colpo di mercato ma semplicemente c’era un’offerta per Mounier ed abbiamo pensato di cautelarci con Cerci. Purtroppo però poi i tempi di recupero del ragazzo erano troppo lunghi e Donadoni ha convinto il francese a restare con noi“. Facendo filtrare un cauto ottimismo sul caso di Antonio Mirante (“C’è la privacy ma speriamo che i tempi di recupero siano inferiori al previsto“), Fenucci poi conclude parlando anche della questione Diawara: “Visto come si è comportato il ragazzo – spiega – penso che si possa parlare di un’operazione condotta in porto positivamente. Siamo stati bravi ad ottenere la cifra che volevamo mostrando forza nella trattativa“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *