Fenucci: “Progetto stadio in formazione, agiremo sul mercato”


L’ad rossoblù ha rilasciato alcune dichiarazioni, toccando diverse tematiche a margine della presentazione del libro fotografico “We Are One”

– di Luigi Polce –

Fenucci, presente oggi alla presentazione del libro fotografico "We Are One" (ph bolognafc.it)

Fenucci, presente oggi alla presentazione del libro fotografico “We Are One” (ph bolognafc.it)

A margine del libro fotografico “We Are One”, presentato nel pomeriggio al Temporary Store di Galleria Cavour, l’ad rossoblù Claudio Fenucci si è intrattenuto qualche minuto con gli operatori dell’informazione presenti, svariando su diversi temi. Il libro è una buona idea da regalare sotto l’albero, per un Natale che il Bologna trascorrerà comunque serenamente vista la piega che hanno preso stagione e soprattutto classifica: “Sarà un Natale sereno, ma non tanto più di quanto ci aspettavamo ad inizio stagione: nonostante i risultati non arrivassero, sapevamo che il valore della squadra era superiore a quello che il campo dimostrava, e il cambio di allenatore ha dato la possibilità al gruppo di potersi esprimere secondo le proprie potenzialità. Ora i risultati sono confortanti, ma il cammino è ancora lungo”. In questi giorni si è parlato molto della questione legata allo stadio, che a breve potrebbe presentare delle novità: “Il progetto è in formazione – ha spiegato Fenucci – abbiamo realizzato un primo concept secondo alcune linee guida che sono l’avvicinamento delle curve e la copertura totale dell’impianto. Abbiamo iniziato questo percorso con il Comune e la Sovrintendenza, e siamo fiduciosi che in tempi brevi possano arrivare delle risposte. Una volta fatte poi delle valutazioni di carattere economico, relative alla ristrutturazione dell’impianto stesso, prenderemo la decisione finale”. L’ad rossoblù ha parlato anche del caso Diawara, espulso a Genova dopo aver risposto con il gesto del gorilla ad alcuni atteggiamenti razzisti messi in atto dai tifosi del Genoa: “Diawara ha reagito secondo noi in maniera ironica, gli abbiamo solo ricordato che è un professionista e che queste cose, anche se non dovrebbero, purtroppo accadono. Però ripeto che alla fine è stato solo un gesto ironico, e come tale va interpretato”. Sabato intanto, il Bologna chiuderà il 2015 ospitando l’Empoli: “Sarà una partita molto difficile contro un avversario in gran forma, che sta facendo un campionato probabilmente al di sopra delle aspettative della vigilia. E’ un’altra tappa verso il nostro obiettivo stagionale. Spero che la vittoria in trasferta non abbassi il livello di attenzione dei nostri ragazzi, e che vadano in campo per fare una prestazione come quella contro il Napoli: serve una partita così per battere un Empoli in forma”. Chiusura con una battuta sul mercato, ormai imminente: “Un regalo dal mercato? Anche nelle scorse settimane, quando avevamo qualche punto in meno, abbiamo detto che non avremmo stravolto la squadra. Faremo qualche intervento per migliorare un gruppo già competitivo, probabilmente con calciatori dalle caratteristiche diverse rispetto a quelli che abbiamo in rosa”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *