Finale Europeo Under 19: Italia bruciata 4 a 0 dalla Francia


Alla Rhein Neckar Arena, la finale dell’Europeo Under 19 incorona la Francia campione d’Europa; per l’Italia, 4 sberle e titoli di coda deludenti

– di Tiziano De Santis –

Esultanza Francia Under 19 al gol dell'1 a 0 di Agustin (ph. 90min.com)

Esultanza Francia Under 19 al gol dell’1 a 0 di Agustin (ph. 90min.com)

Quello che divampa alla Rhein Neckar Arena di Sinsheim, in Germania, è un incendio difficile da domare, ora e in futuro, per i ragazzi dell’Italia Under 19. La finale dell’Europeo Under 19, infatti, sorride alla Francia, incoronata campione d’Europa; degli Azzurri non restan che le lacrime per un’occasione sfumata, dopo una competizione giocata alla grande grazie a spirito di gruppo e sacrificio. Se dai nostri vivai non escono fenomeni dal punto di vista tecnico che illuminino la partita saltando l’uomo o attraverso giocate di qualità, è anche vero che il nostro Paese, calcisticamente parlando, insegna: come anche la Nazionale maggiore, i giovani di Vanoli sono riusciti a impressionare, sin qui, in quanto a unione dei mezzi e della testa per la vittoria di tutti e non del singolo. Le premesse per una sconfitta proprio sul più bello, tuttavia, c’erano tutte: lo stesso Vanoli, parlando del match di chiusura di Euro Under 19, ammetteva implicitamente i limiti di un gruppo con la G maiuscola, ma con un avversario dalla A spropositatamente grande da affrontare, per via di completezza e sicurezza nei propri mezzi.

La disperazione di Locatelli e compagni al termine della finale persa 4 a 0 con la Francia (ph. Pianetagenoa1893.net)

La disperazione di Locatelli e compagni al termine della finale persa 4 a 0 con la Francia (ph. Pianetagenoa1893.net)

Ribaltare il pronostico, stavolta, dopo la semifinale con l’Inghilterra e l’esordio, prima ancora, con la Germania, è stato impossibile per l’Italia, inchiodata sulle verticalizzazioni di Locatelli e Barella, inutili davanti a una Francia cinica e superiore: bastano soli 6′, infatti, ad Agustin per ricevere tra le linee da Harit, girarsi in una mezza veronica e sfuggire a Romagna e Coppolaro, costretti a vedere il 7 del Psg dribblare anche Meret e insaccare per l’1 a 0 Bleus.
Bella anche l’azione del gol del 2 a 0 di Blas, bravo, ma non troppo, ad anticipare un’ intera difesa nel movimento per indispensabile per arrivare in tuffo, sul cross di Michelin, e timbrare il pass diretto per la premiazione al minuto 19. Il colpo di testa di Favilli e il sinistro di Minelli sono le uniche, grigie occasioni per gli Azzurri in un primo tempo decisamente nero. La frazione iniziale di gioco evidenzia come il gruppo, a volte,  non possa competere con la superiorità del sistema avversario; e allora ecco entrare, nella ripresa, Cutrone al posto di Picchi (attaccante per centrocampista) e poi ancora Edera per l’uscente Minelli. In questo modo, cerchi di riaprire la partita, è vero, ma ti scopri alle ripartenze rivali; se, a quanto detto, si aggiunge la deviazione di Romagna al tiro di Tousart per la rete del 3 a 0 e la prepotenza del colpo di testa di Diop per il 4 a 0, allora si comprende come i 90 minuti non siano stati di partita ma di carneficina azzurra da parte dei Bleus.
Davanti agli occhi di Tavecchio e Di Biagio, l’Italia esce sconfitta dalla finale dell’Europeo, ma ciò che più fa male è l’impressionante disparità tra i migliori rappresentanti del calcio giovanile francese e quello della nostra penisola. Vanoli conclude qui la sua avventura sulla panchina dell’Under 19, ma restano, pesanti e logoranti, le lacrime dei giocatori e la consapevolezza che l’ultima Italia campione d’Europa continuerà ad essere quella del 2003.

 

FRANCIA-ITALIA (4 a 0)

FRANCIA (4-2-3-1): Bernardoni; Michelin, Onguene, Diop, Maouassa; Poha (Thuram, 85′), Tousart; Blas (Gelin, 81′), Harit (dal 46’ s.t. Fuchs, 90+1′), Mbappé; Augustin. All. Batelli.
ITALIA (4-4-2): Meret; Vitturini, Romagna, Coppolaro, Dimarco; Ghiglione (Cassata, 78′), Barella, Locatelli, Picchi (Cutrone, 46′); Favilli, Minelli (Edera, 56′).  All. Vanoli.
Marcatori: Augustin 6’, Blas 19’, Tousart 82’, Diop al 90+2′.
Ammoniti: Barella (I), Vitturini (I), Locatelli (I), Favilli (I), Cassata (I); Diop (F) Michelin (F).
Arbitro: Aghayev (Aze).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *