Fiorentina-Bologna, le voci dei protagonisti


Dopo la sconfitta di Firenze, il Bologna ha mandato davanti ai microfoni Delio Rossi, Luca Rizzo, Saphir Taider e Marco Di Vaio

– di Marco Vigarani – 

Delio Rossi in conferenza stampa

Delio Rossi in conferenza stampa

Sconfitto a Firenze con due gol di scarto dopo una partita estremamente difficile, il Bologna prima di ripartire dal Franchi ha portato davanti ai microfoni innanzitutto il mister Delio Rossi che ha spiegato: “Il nostro primo tempo è stato positivo perché abbiamo giocato in modo ordinato riuscendo ad arginare le loro iniziative. Nella ripresa invece siamo calati, non abbiamo più retto soprattutto sugli esterni ed abbiamo concesso alla Fiorentina di sviluppare il suo gioco andando in svantaggio. Non credo però che questa fosse la gara giusta per misurare il nostro valore e le nostre ambizioni. La Fiorentina è un avversario duro che ha giocato molto bene sfruttando l’esperienza dei suoi giocatori ma soprattutto scendendo in campo con il giusto atteggiamento. Proprio per questo però non sono preoccupato perché oggi non può essere un termine di paragone per il Bologna. Ora ci aspetta una partita importante, decisiva quanto tante altre e non dobbiamo pensare che sia già una gara da dentro o fuori anche perché purtroppo capiterà ancora di uscire dal campo sconfitti e dovremo sempre rialzarci“.

In mixed zone il primo a presentarsi è stato invece Luca Rizzo che ha detto: “Nel primo tempo la Fiorentina non ha avuto grandi occasioni mentre invece nella ripresa è venuta fuori la loro qualità e noi ci siamo abbassati troppo. Dobbiamo però imparare anche a portare a casa punti da sfide come questa per inseguire la salvezza. Ora pensiamo alla gara contro l’Udinese nella quale dovremo sfruttare le nostre qualità per portare a casa tre punti fondamentali“.

Taider in conferenza stampa  (ph. Bologna fc)

Taider in conferenza stampa (ph. Bologna fc)

Ecco le parole del centrocampista Saphir Taider: “Sapevamo che la Fiorentina è forte ma nel primo tempo siamo stati compatti ed abbiamo fatto bene, poi però ci siamo abbassati troppo e dopo il primo gol ci siamo scoperti e loro hanno trovato il raddoppio. Contro un avversario così se sbagli una volta la paghi subito ma i miei compagni sono stati bravissimi a dare tutto quello che avevano. Questo è lo spirito giusto per raggiungere la salvezza“.

Infine spazio al club manager Marco Di Vaio che ha dichiarato: “Siamo tutti molto dispiaciuti per aver perso in questo modo visto che nel secondo tempo non ci hanno concesso niente ed il Bologna non è più riuscito a ripartire. Questo risultato è maturato per colpa nostra ma anche tanto per merito della Fiorentina, una squadra di grande personalità. Nonostante la sconfitta però devo dire che queste sono gare che ci faranno sicuramente crescere: ora sfruttiamo la rabbia per ripartire e vincere contro l’Udinese per fare punti importanti per la salvezza. Destro purtroppo non ha ancora segnato ma ogni gara mi sembra sempre più inserito nei nostri schemi ed utile al nostro gioco“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *