Fiorentina e Inter sempre in testa, Roma e Napoli non mollano


Viola e nerazzurri vincenti sui campi di Samp e Torino e sempre in testa, tallonati da Roma (che si aggiudica il derby) e da un Napoli trascinato da Higuain. Il Milan frena, la Juve risale

– di Luigi Polce –

Primo gol in Italia per Kondogbia (ph. zimbio)

Primo gol in Italia per Kondogbia (ph. zimbio)

Resiste la coppia Fiorentina-Inter in vetta alla classifica. I viola infatti, nel posticipo, battono senza grossi problemi la Sampdoria con un agevole 2-0 esterno, frutto della rete dal dischetto di Josip Ilicic dopo una decina di minuti, e del raddoppio del solito Kalinic, su assist sempre di Ilicic. Per gli uomini di Paulo Sousa si tratta del terzo successo consecutivo, che proietta la Fiorentina a 27 punti in classifica. Gli stessi dell’Inter di Mancini, che vince anche a Torino grazie al settimo 1-0 di questa stagione. Nerazzurri dunque che continuano ad essere poco belli ma dannatamente cinici, stavolta è Kondogbia a mettere in rete il gol partita sfruttando una sponda di Palacio.

Gervinho festeggiato dai compagni (ph. zimbio)

Gervinho festeggiato dai compagni nel derby di Roma (ph. zimbio)

Ad un solo punticino dalla coppia di testa c’è la Roma, che supera 2-0 la Lazio nel sentitissimo derby della capitale. A sbloccare la partita, al minuto 10, ci pensa Dzeko su calcio di rigore concesso per fallo di Gentiletti proprio sull’ex attaccante del City. Il tecnico biancoceleste Pioli, a fine gara, avrà da ridire sull’episodio: il fallo c’è ed è piuttosto evidente, ma è commesso appena fuori dall’area di rigore. La Lazio coglie una traversa con una bordata tremenda di Felipe Anderson, poi nel secondo tempo si scatena Gervinho che accende il turbo per la Roma e manda ripetutamente in tilt la difesa laziale, che capitola sul raddoppio dell’ivoriano. Poco dietro i giallorossi c’è il Napoli, che passa di misura sull’Udinese grazie al 200esimo gol con le maglie di club di Gonzalo Higuain.

In piena zona Europa League il Sassuolo, che si aggiudica il derby emiliano con il Carpi per via della rete di Sansone, mentre la Juventus risale la classifica rimontando l’Empoli (in vantaggio con Maccarone) con le firme di Mandzukic, Evra e Dybala. Brutto passo indietro invece per il Milan di Mihajlovic, che dopo tre vittorie consecutive si deve accontentare dello 0-0 contro un’Atalanta che a San Siro domina e meriterebbe l’intera posta in palio, ma viene fermata da un paio di grandi interventi da parte di Donnarumma.

In chiave salvezza, importante vittoria del Bologna sul campo del Verona: la cura Donadoni prosegue nei suoi effetti e porta ai rossoblù la seconda vittoria consecutiva (Giaccherini e Donsah i marcatori), utile per lasciare la zona caldissima della classifica. Il Verona invece, contestato a fine partita, è sempre più ultimo assieme al Carpi, mentre il Frosinone è terzultimo dopo il 2-2 casalingo contro il Genoa: a Blanchard (straordinaria rovesciata da terra) e Diakitè rispondono Pavoletti e Gakpe. Salva la panchina infine Iachini, che grazie a Gilardino batte il Chievo e torna alla vittoria col suo Palermo dopo due sconfitte consecutive.

Risultati: Verona-Bologna 0-2; Milan-Atalanta 0-0; Torino-Inter 0-1; Empoli-Juventus 1-3; Frosinone-Genoa 2-2; Palermo-Chievo 1-0; Roma-Lazio 2-0; Sassuolo-Carpi 1-0; Napoli-Udinese 1-0; Sampdoria-Fiorentina 0-2.

Classifica: Fiorentina, Inter 27; Roma 26; Napoli 25; Sassuolo 22; Milan 20; Juventus, Atalanta, Lazio 18; Sampdoria 16; Torino 15; Palermo, Empoli 14; Chievo, Genoa 13; Bologna, Udinese 12; Frosinone 11; Verona, Carpi 6

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *