Fiorentina e Napoli fuori, solo la Lazio avanti in Europa League


Escono dall’Europa League un Napoli poco incisivo ed una Fiorentina umiliata. Prosegue il cammino solo la Lazio. Avanti anche tra le altre United, Liverpool, Leverkusen e Dortmund

– di Marco Vigarani –

Primo gol stagionale per Klose che regala il 3-1 alla Lazio (ph. Zimbio)

Primo gol stagionale per Klose che regala il 3-1 alla Lazio (ph. Zimbio)

Brusco risveglio per l’Italia che anche quest’anno vede improvvisamente crollare le proprie partecipanti alle coppe europee ed in particolare uscire due delle tre superstiti in Europa League: il ritorno del quarto posto disponibile per la Champions si allontana ancora. A difendere l’onore ci pensa inaspettatamente la Lazio che si conferma imbattibile all’OIimpico a livello continentale e rifila un pesante 3-1 al Galatasaray. A cavallo dell’ora di gioco Parolo ed Anderson hanno indirizzato la gara salvo poi vedere Oztekin accorciare le distanze subito dopo: serve il primo gol stagionale dell’esperto Klose per chiudere la pratica e guardare avanti. Il Napoli invece si è illuso con il gol di Hamsik, ha vibrato per un autopalo del Villarreal che però alla fine ha trovato il pareggio in modo fortunoso con Pina e la qualificazione in virtù della gara d’andata giocata in Spagna. Ancora una volta Sarri, pur vantandosi per la supremazia territoriale, non ha convinto nella gestione della gara e ha visto svanire così la terza grande occasione stagionale consecutiva. La figura peggiore però spetta alla Fiorentina, finita travolta sul campo del Tottenham per 3-0 con vantaggio nel primo tempo firmato da Mason, raddoppio nella ripresa ad opera dell’ex romanista Lamela e colpo del ko su autogol di Rodriguez: in questa sfida si è vista la netta differenza attuale tra il calcio inglese e quello italiano sul piano del ritmo di gioco. In generale però l’Italia è stata ancora una volta vittima di una mentalità provinciale che porta a guardare all’Europa League quasi con fastidio. Il Tottenham può puntare al titolo in Premier, il Villarreal ambisce alla prossima Champions League ed entrambe vanno avanti mentre la seconda e la terza della Serie A salutano la compagnia con la solita valigia piena di rimorsi per quello che avrebbero potuto fare.

Il Napoli non riesce a battere il Villarreal e saluta l'Europa League (ph. Zimbio)

Il Napoli non riesce a battere il Villarreal e saluta l’Europa League (ph. Zimbio)

A proposito di Inghilterra, passano il turno entrambe le altre squadre britanniche impegnate: tanto il Liverpool che ha superato di misura l’Augusta quanto il Manchester United che invece ha schiacciato il volenteroso Midtjylland per 5-1 con doppietta del baby Rashford. En plein anche per la Spagna che manda avanti nettamente il Valencia con dieci gol complessivi rifilati al Rapid Vienna mentre invece hanno tremato Athletic Bilbao e Siviglia: i baschi hanno pareggiato 1-1 in casa con il Marsiglia passando il turno grazie alla vittoria dell’andata che è stata fondamentale anche per gli andalusi, sconfitti di misura dal Molde in Norvegia. Nella doppia sfida incrociata Germania-Portogallo sorridono solo i teutonici che vedono il Bayer Leverkusen battere agilmente lo Sporting Lisbona ma soprattutto il Borussia Dortmund espugnare il campo del Porto con un’autorete di Casillas. Annientato invece lo Schalke con un pesante 0-3 interno dallo Shakhtar Donetsk mentre invece il Braga ha eliminato a fatica il Sion grazie al doppio scontro. Partita e qualificazione al cardiopalma tra Basilea e St Etienne con gli svizzeri che subiscono l’1-1 al 90′ e segnano il 2-1 al 92′ passando grazie alle reti realizzate in trasferta. All’Anderlecht sono serviti i supplementari per avere ragione dell’Olympiacos, il Fenerbahce ha pareggiato con la Lokomotiv Mosca passando grazie alla vittoria della settimana scorsa ed infine lo Sparta Praga ha sbancato 3-0 il campo del Krasnodar.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *