Fiorini: “Pronto un nuovo esposto contro Cacia ed il Bologna”


Dopo il deferimento e la conferenza stampa di Daniele Cacia, ecco la replica dell’agente FIFA Gianluca Fiorini che chiarisce anche le vicende antecedenti riguardanti i rapporti con Zanzi, Catania e Fiorentina

– di Marco Vigarani –

L'agente FIFA Gianluca Fiorini replica alle accuse di stalking

L’agente FIFA Gianluca Fiorini replica alle accuse di stalking

Il deferimento della Procura Federale lo ha raggiunto a sorpresa a Londra, dove vive e lavora, ma Gianluca Fiorini è stato altrettanto stupito dalla conferenza stampa di Daniele Cacia a Casteldebole di giovedì. Spiegando la vicenda, l’attaccante rossoblù aveva definito il procuratore uno stalker e il diretto interessato ora espone la sua versione riguardante i rapporti con il calciatore partendo dall’origine: “Ho incontrato Cacia due volte a Peschiera del Garda presso il centro tecnico del Verona a febbraio e marzo del 2014 quando lui mi aveva chiesto, essendo in scadenza di contratto, di aiutarlo a trovare un ingaggio nella Major League statunitense o nei campionati inglesi in vista della stagione successiva. Dopo aver presentato qualche offerta ritenuta inadeguata, sono rimasto in contatto con il giocatore fino a giugno quando egli mi ha comunicato di avere firmato un contratto con l’agente Andrea D’Amico. Quando poi ad agosto ho saputo del suo approdo al Bologna gli ho fatto i complimenti“. Si arriva quindi al giorno 20 settembre a cui risalgono i fatti sui quali verte il deferimento da parte della Procura Federale: “In quella data – spiega Fiorini – ho inviato a Cacia un messaggio ironico al quale ha reagito con una serie di risposte che mi hanno indotto ad agire prima a livello sportivo poi in sede penale: il contenuto della conversazione è al vaglio degli inquirenti che ne verificheranno il tenore. In seguito alle accuse di stalking mosse durante la conferenza stampa però ho già presentato un secondo esposto contro Cacia ed il Bologna presso la Procura Federale e mi riservo di procedere anche a livello penale“.

L’agente FIFA Fiorini però ritiene imprecise e parziali anche le notizie circolate nei giorni scorsi sul suo conto e chiarisce punto per punto anche le sue precedenti esperienze con la giustizia sportiva. “Nel gennaio 2014 – continua il procuratore – l’allora direttore generale del Bologna Roberto Zanzi presentò un esposto contro di me alla Procura Federale per aver ricevuto nei mesi precedenti una serie di messaggi di contenuto calcistico all’interno di un gruppo Whatsapp che coinvolgeva anche altre persone. Pur non avendolo offeso nè avendo mai ricevuto segnali di disappunto da parte sua, ho preferito patteggiare e scontare due mesi di squalifica per non dover tornare in Italia a difendermi“. Le ultime delucidazioni offerte da Fiorini riguardano poi i rapporti intercorsi con due club italiani: “Il Catania chiese il mio deferimento in seguito ad una denuncia per truffa che presentai nei loro confronti per non aver mai ricevuto la commissione inerente al trasferimento in Sicilia del difensore Gyomber. Di fronte alle prove presentate, la Corte di giustizia federale mi ha completamente assolto. Inoltre posso confermare di non aver mai avuto contatti via sms con Pantaleo Corvino nel periodo in cui era direttore sportivo della Fiorentina“.

Print Friendly, PDF & Email



One thought on “Fiorini: “Pronto un nuovo esposto contro Cacia ed il Bologna”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *