Focus Tennis Italiano: Simone Bolelli


Comincia la nostra rubrica di avvicinamento agli incontri dei tennisti italiani impegnati nelle maggiori competizioni: oggi tocca a Bolelli

-Calogero Destro-

Simone Bolelli (ph. daylimail.co.uk)

Battersi alla pari con il numero sette del mondo non è cosa di tutti i giorni, anche se per Simone Bolelli, probabilmente, avrebbe potuto esserlo, e come. Perdere in cinque set con David Ferrer è un modo più che dignitoso per l’uscita di scena dal Roland Garros, ma la stanchezza degli ultimi due set lascia più che un rimpianto, anche visto e considerato che agli ottavi, ad aspettare il vincitore, c’era già il di certo non irresistibile Marin Cilic. Anche nel doppio poteva esserci un finale diverso: il duplice 6-3 subito dai gemelli Bryan insieme al compagno d’ imprese Fognini, lascia l’amaro in bocca, ma è comunque un risultato utile e positivo per dare continuità allo splendido percorso coronato con la vittoria agli Australian Open. Adesso, per il ventinovenne bolognese, (già ammesso al tabellone principale di Wimbledon) ci sarà tutto il tempo di preparare al meglio i prossimi impegni. Ma con quali prospettive arriva Simone Bolelli alle porte del torneo più prestigioso della storia?

Verso Wimbledon– Sui prati inglesi il tennista azzurro non è mai andato oltre il terzo turno, come nella scorsa edizione, in cui ha ceduto al quinto set al giapponese Nishikori (3-6, 6-3, 4-6, 7-64, 6-4). Bisognerà attendere il nome dell’avversario al primo turno, però, per poter azzardare dei pronostici. In questa parte di stagione Bolelli, sta esprimendo un buon tennis, e su una superficie veloce come l’erba, col suo miglior servizio e diritto, potrebbe mettere in difficoltà anche giocatori molto più quotati. Per quanto riguarda il doppio, invece, ci saranno da valutare anche le condizioni di Fognini, apparso non proprio brillantissimo sulla terra parigina ma sempre pronto a stupire se in giornata di grazia.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *