Fontecchio verso la NBA e Virtus contro Bottai


Il giovane bianconero Fontecchio si dichiara eleggibile per il Draft NBA mentre la Virtus prepara la battaglia legale contro l’ex amministratore delegato Piergiorgio Bottai

– di Marco Vigarani –

Piergiorgio Bottai ora è nell'organigramma del Bologna

Piergiorgio Bottai ora è nell’organigramma del Bologna

In attesa di conoscere il piazzamento finale della squadra sul campo, si preannuncia una battaglia legale in casa Virtus tra il club bianconero e l’ex amministratore delegato Piergiorgio Bottai che ora ricopre il ruolo di Responsabile delle Attività Operative nel nuovo Bologna americano-canadese. Il presidente della Fondazione Francesco Bertolini infatti aveva parlato ieri della penalizzazione di due punti in classifica spiegando: “I soldi erano presenti quindi le cause non vanno cercate nell’ambito economico. Mi è stato comunicato che Bottai ha fatto recapitare alla Virtus una richiesta di risarcimento e non ne sono affatto contento“. Ricordiamo che la società bianconera la scorsa estate non risultò in regola in seguito ai controlli della Comtec relativamente ad alcuni pagamenti all’erario da assolvere entro il 16 giugno. Bottai però ha replicato ieri con una nota in cui si legge: “In merito alle dichiarazioni di Bertolini, preciso che la penalizzazione non è in alcun modo a me imputabile e pertanto mi riservo ogni diritto in ordine al contenuto diffamatorio di dette insinuazioni“.

Fontecchio è stato protagonista contro Capo D'Orlando

Simone Fontecchio in azione (ph. Virtus)

Arrivano però anche buone notizie dalla Virtus visto che Simone Fontecchio, ala classe 1995 cresciuta nel settore giovanile bianconero e protagonista di una crescita costante nelle ultime tre stagioni, ha deciso di dichiararsi eleggibile al Draft NBA del 2015. La scelta non è definitiva e potrà essere ritirata fino a pochi giorni dallo stesso atleta, ma indica una chiara volontà del ragazzo di provare a fare il grande salto nel prossimo futuro. Quest’anno il ragazzo nato a Pescara sta viaggiando a 24,8 minuti e 7,4 punti di media a partita con il 30% dalla lunga distanza a cui aggiunge anche 2,2 rimbalzi a partita. Nel 2011 Fontecchio è stato l’unico atleta italiano ad essere invitato a Londra per il Jordan Classic e due anni dopo aveva ricevuto una proposta per andare a studiare in un college statunitense ottenendo così una corsia preferenziale nell’accesso al basket professionistico NBA ma scelse di restare in Italia firmando un contratto quinquiennale con la Virtus.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *