Formula 1, il prossimo mondiale a 21 gare?


La F1 getta le basi per la prossima stagione. Il Consiglio Mondiale ha al vaglio diverse tematiche in agenda, fra le quali spicca l’introduzione di un 21° circuito da inserire nel campionato

– di Massimo Righi –

La Virtual Safety Car (ph. autosport.com)

La Virtual Safety Car (ph. autosport.com)

A Doha, Qatar, il neo direttore sportivo della Ferrari Maurizio Arrivabene, subentrato a Mattiacci, parteciperà al Consiglio Mondiale della F1 dove si discuteranno alcuni cambiamenti per la stagione che verrà. Le novità che verranno introdotte comprenderanno, l’abolizione del doppio punteggio all’ultimo gran premio, la marcia indietro sulla ripartenza da fermo in caso di Safety Car (che avrebbe dovuto debuttare il prossimo anno) così come le limitazioni delle comunicazioni radio tra il box ed il pilota. Inoltre, ci sarà il nulla osta alla Virtual Safety Car, già sperimentata durante le prove libere delle ultime tre corse del campionato appena concluso, che costringerà i piloti a rallentare con maggiore efficacia in caso di incidente. Il provvedimento è stato pensato a seguito del grave incidente occorso al pilota Jules Bianchi, finito contro un trattore che stava spostando la Sauber di Sutil, nel Gran Premio di Suzuka. Riguardo all’incidente occorso al pilota francese, sempre nel consiglio che si terrà a Doha, verranno illustrati dal presidente Wright i risultati della commissione di inchiesta voluta da Jean Todt alla quale hanno lavorato anche gli ex ferraristi Ross Brawn e Stefano Domenicali e da cui dovrebbe arrivare l’ok per rivedere le procedure di sicurezza e il loro conseguente miglioramento. Inoltre, venerdì è prevista la premiazione del campione mondiale Lewis Hamilton, ma anche per altri piloti per le categorie FIA Personality of the Year, FIA Action of the Year, FIA Rookie of the Year e FIA Pole Position Trophy.

Una gara  in più – Per quanto invece concerne il calendario della prossima stagione, la novità clamorosa potrebbe essere quella dell’aggiunta di una gara al campionato (sarebbe la ventunesima). Le candidate ad accaparrarsi questo ulteriore slot sono la Corea, un ritorno, e l’India. La proposta arriva niente meno che da Bernie Ecclestone e visto il bisogno di soldi manifestato dalla F1, è molto probabile che la suggestione trovi consenso, nonostante l’introduzione di un ulteriore GP comporti ulteriore lavoro per le case automobilistiche.

Incidente per Webber“Domenica sono stato fortunato. L’angolo dell’impatto mi ha salvato”. Così ha commentato Mark Webber, a due giorni dall’incidente nel finale della 6 Ore del Mondiale Endurance, quando per un contatto con la Ferrari di Cressoni si è schiantato sul muro del circuito di Interlagos. L’australiano ex pilota della Red Bull, aveva riportato una commozione cerebrale e per qualche giorno resterà in Brasile dopo essere stato dimesso dall’ospedale Bandeirantes.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *