Fortino PalaDozza, la Fortitudo regola Ravenna


Quinta vittoria in casa per la Fortitudo che batte Ravenna al PalaDozza. Sugli scudi Daniel, Sorrentino e Montano: applausi per l’ex Malaventura

– di Massimo Righi –

La Fortitudo è giunta alla quinta vittoria interna (ph. Fortitudo)

La Fortitudo è giunta alla quinta vittoria interna (ph. Fortitudo)

A Bologna, anzi, al PalaDozza, la vita è difficile per tutti. Per fortuna, dirà coach Boniciolli nel post gara, perché compensa lo scarso rendimento esterno della Fortitudo. Intanto però l’Aquila fa incetta di punti in casa, un po’ come il Bologna di Guidolin, che tanto soffriva fuori ma che in casa era quasi tutto sorrisi e tre punti. Sul parquet l’avversario è Ravenna e nel pre gara si sprecano i saluti, i baci e gli abbracci con il grande ex Matteo Malaventura che sul suo profilo Facebook ringrazia così: “L’accoglienza che mi ha riservato la Fossa dei Leoni mi ha molto emozionato e vale molto di più di tante partite vinte perché vuol dire che hai lasciato qualcosa nel cuore delle persone che va aldilà del basket. Grazie ragazzi siete stati incredibili”.

Si parte e Ravenna fa capire che non farà da sparring partner tirando con percentuali altissime. La Fortitudo però non cade nello sconforto e grazie al sempre ottimo Daniel sta in scia, pur chiudendo sotto la prima frazione su l7-22. Giusto così, i romagnoli giocano meglio e il buon basket profuso si ben traduce sul campo. Il ritmo però cala, Ravenna tiene botta meno di Bologna, che per un momento riesce anche a superare gli ospiti sul 31esimo punto segnato, ma allo scadere del primo tempo arriva il pareggio che chiude sul 31-31 la prima parte di gara.

Fino a questo momento la Fortitudo ha latitato parecchio dall’arco, ma nella ripresa le cose cambiano e non solo dalla distanza, perché la difesa è asfissiante e Ravenna non trova spazi, mentre davanti Sorrentino inizia a centrare il canestro con grande precisione, lanciando un parziale che permette alla Effe di volare a +10, distacco con cui si chiude il terzo quarto. Anche Carraretto e Montano partecipano alla festa e fanno incetta di punti e giocate, tanto che alla lunga Ravenna va scomparendo, mentre la Fortitudo allunga e mette in ghiaccio una partita che scivola via fra massimi vantaggi e un Daniel che segna 20 punti (e 11 rimbalzi). Si chiude sul 75-60.

Fortitudo: Daniel 20, Quaglia 2, Errera, Candi 2, Lucchetta, Iannilli 4, Campogrande, Montano 16, Sorrentino 17, Raucci, Carraretto 6, Italiano 8. All. Boniciolli

Ravenna: Smith 12, Deloach 17, Malaventura 6, Casini 9, Cicognani, Rivali 2, Raschi 5, Manetti, Masciadri 9, Smorto, Seck, Salari. All. Martino

Classifica:
Treviso, Brescia 16, Mantova, Imola 14, Roseto, Verona 12, Bologna, Legnano, Ravenna, Ferrara 10, Trieste 8, Recanati, Chieti, Treviglio, Jesi 6, Matera 4

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *