Fortitudo ancora in ansia, decisione rinviata


La Fortitudo dovrà attendere ancora prima di conoscere l’esito del verdetto riguardo al ricorso discusso a Monaco l’11 settembre. La società biancoblù ha diramato un comunicato a riguardo

– di Massimo Righi –

L'avvocato Mattia Grassani, segue la difesa della Fortitudo (ph. dagospia.com)

L’avvocato Mattia Grassani, segue la difesa della Fortitudo (ph. dagospia.com)

Doveva essere ieri, poi oggi: invece no, niente di fatto. Poco fa, è circolata la notizia che la sentenza sul caso Fortitudo non uscirà nell’immediato ma serviranno ulteriori approfondimenti prima di conoscere l’esito dell’affare discusso. Non si tratta più di un verdetto lampo quindi, come più volte paventato e ribadito nelle ultime settimane, anche dopo la seduta tenutasi l’11 settembre scorso a Monaco di Baviera. Nessuna nuova è filtrata, ma si evince che il Giudice Unico si è preso più tempo per studiare il caso. Di seguito, riportiamo il comunicato emesso dalla Fortitudo Pallacanestro 103 tramite il proprio sito ufficiale:

“Fortitudo Pallacanestro Bologna 103 informa che la segreteria della Commissione di Appello della FIBA, in persona del Giudice Unico, Prof. Ulrich Haas, a fronte di formale istanza inoltrata a nome e per conto della scrivente società dall’Avv. Mattia Grassani, relativa ai tempi di pubblicazione della decisione sul ricorso presentato avverso il provvedimento della FIBA del 22 luglio 2015, ricorso discusso a Monaco di Baviera l’11 settembre 2015, di inibizione del tesseramento di atleti provenienti da Federazione estera, ha appena comunicato che il pronunciamento del Prof. Haas non potrà avvenire nei termini e tempi indicati al termine dell’udienza, ovvero 2 giorni, a causa di ulteriori approfondimenti che il Giudice ha ritenuto di dover compiere. Ufficio Stampa Fortitudo Pallacanestro Bologna 103”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *