Fortitudo Baseball Campione d’Italia, Bologna sa ancora vincere


La Fortitudo Bologna di baseball ha vinto il suo nono titolo italiano battendo in gara 7 Rimini dopo una serie combattuta e rimontata. Rivero eroe della serata

di Massimo Righi

Il Pitcher venezuelano Rivero, eroe della Fortitudo in gara 7

Il Pitcher venezuelano Rivero, eroe della Fortitudo in gara 7

La Fortitudo UnipolSai Bologna batte Rimini 4-0 e conquista il suo nono scudetto. La squadra non si è mai disunita durante una serie vinta in rimonta da 3-2 e ha chiuso vittoriosamente in casa, davanti al suo pubblico, regalandosi un successo che mancava da cinque anni. La Fortitudo Bologna decide di affidarsi ai lanci di Raul Rivero e mantiene quasi la stessa formazione vincente della sera prima.

Allo stadio Gianni Falchi si respira un clima elettrizzante. I padroni di casa si portano subito avanti con un doppio di Juan Carlos Infante. Poi il raddoppio, grazie ad un fuoricampo di Guillermo Rodriguez (sarà poi eletetto MVP della serie). Rimini però regge in difesa, mentre l’Unipol aggredisce, con Nanni che tiene in campo Rivero mentre il collega riminese ruota i suoi. Al 7° inning però, la Fortitudo arriva al 3-0 con nuovo punto segnato dall’ottimo Rodriguez. Il 4-0 della sicurezza porta il timbro di Sabbatani. Manca poco, Rimini è ormai resa inoffensiva. Sul monte di lancio c’è ancora Raul Rivero, il risultato è ormai in ghiaccio (2 sole valide concesse nel corso dell’intera gara all’attacco del Rimini): il pitcher sudamericano non fallisce e con grande freddezza, in 4 lanci, elimina al piatto Beppe Mazzanti, facendo esplodere di gioia l’intero stadio. La Fortitudo è Campione d’Italia.

E’ lo scudetto di una squadra che tiene in alto il nome di una città che ha perso lo smalto negli sport più rinomati: c’è poco da dire se non che il baseball felsineo ha dato una lezione di sport (e non solo) agli altri sport cittadini. Tanti complimenti al presidente della Fortitudo Michelini ed al manager Marco Nanni, che hanno guidato la squadra verso successi e glorie fra cui spiccano le due Coppe dei Campioni consecutive vinte nel 2012 e 2013.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *