Fortitudo, buona la prima in casa


La Fortitudo festeggia la prima in casa con una vittoria su Bergamo, al termine di una gara combattuta davanti a 3500 affezionati spettatori al Paladozza

– di Massimo Righi –

Matteo Montano in azione per la Fortitudo

Matteo Montano in azione per la Fortitudo

Non è iniziata benissimo la serata per la Fortitudo, che nel primo quarto è andata sotto anche di 13, con Bergamo a dilagare sul 19 a 6. Poi Vandoni cambia e le rotazioni riportano di nuovo in pista la Effe che piazza un parziale decisivo grazie agli esperti Lamma e Sorrentino, arrivando a -4. Ma non è che l’inizio dello show biancoblù, a cui partecipa tutta la truppa, siglando canestri a ripetizione che portano i padroni di casa addirittura a +10, annichilendo Bergamo che non riesce più a segnare. La Fortitudo non si sazia e macina gioco e punti fino ad arrivare all’intervallo, quando si registrano ben 11 lunghezze di divario per il 38 a 27.

Sebbene il gioco riprenda con un ampio margine di sicurezza, Bologna non la chiude e Bergamo prova a rientrare del divario. La Effe incassa, ma non va sotto e Lamma la riporta a distanza di sicurezza chiudendo la terza frazione cogliendo di nuovo il massimo vantaggio a +11, che il tabellone traduce in 56 a 44. Bergamo accusa, ma non molla e cerca di non affondare, ma la Fortitudo stavolta non concede nulla e si tiene a distanza senza rischiare nulla. Alla sirena finale, è 75 a 65. Il top scorer biancoblù è Sorrentino con 15 punti, mentre quello degli ospiti è Bona con 17.

Così si è espresso coach Vandoni a fine gara: “Abbiamo rotto il ghiaccio contro una squadra molto esperta e per larghi tratti abbiamo messo in campo una buona difesa. All’inizio siamo stati troppo morbidi, poi abbiamo fatto la differenza con intensità e umiltà. Per avere ambizioni di vertice dobbiamo essere coperti dietro perché davanti avremo sempre modo di fare canestro. Questa gara ci dà morale –  poi ancora sulla partita – Abbiamo giocato con un quintetto piccolo quando loro giocavano con due lunghi esperti, con un buon tiro da fuori. Nel secondo quarto ho visto la mia pallacanestro, ma ora pensiamo subito a giovedì perché giocheremo su un campo difficile. Oggi intanto ci siamo convinti che siamo una squadra in cui tutti possono dire la loro e che il bottino nasce da un lavoro di squadra: abbiamo delle potenzialità e farò in modo che emergano”.

Fortitudo Eternedile, 75: Candi, Valentini 9, Lamma 10 , Grilli 11, Iannilli 6, Samoggia 3, Montano 7, Sorrentino 15, Mancin, Raucci 14. All: Vandoni

Co.Mark Bergamo, 65: Deleidi, Bona 17, Cortesi 5, Mercante 5, Magini 11, Guffanti 1, Milovanovic, Azzola 3, Chiarello, Ciani, Zanelli 9, Masper 14. All: Galli

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *