Fortitudo ci risiamo, sconfitta a Chieti


La solita Fortitudo da trasferta si arrende a Chieti giocando una gara intermittente, rimanendo concentrata solo a tratti e venendo sconfitta meritatamente

– di Massimo Righi –

I 17 punti di Montano non sono bastati oggi alla Effe (ph. Fortitudo)

I 17 punti di Montano non sono bastati oggi alla Effe (ph. Fortitudo)

Anno nuovo, vecchia Fortitudo da trasferta. L’episodio vittorioso di Recanati sembra già lontanissimo, con l’Aquila che in Abruzzo se le fa suonare dai locali condotti da un Lilov in forma smagliante, autore di 22 punti. E poco male se Montano segna 17 punti e Daniel va in doppia doppia (15 punti e 13 rimbalzi), perché dagli altri arriva poco o niente: Quaglia impalpabile, Sorrentino sembra aver finito gli exploit (0 su 6 dal campo) e da Raucci e Candi arriva poco e niente. Non resta che aspettare che Flowers si ristabilisca del tutto e che Amoroso sia pronto all’uso quando sarà tesserabile.

Si parte e la Fortitudo sembra anche dare l’impressione di volere mettere la gara sui propri ritmi, ma sul 7-13 biancoblù Chieti esce dal guscio e piazza un parziale di 10-0 che smonta gli ospiti con una facilità impressionante. Per quanto prodotto, i padroni di casa non portano a casa abbastanza punti e il primo quarto si chiude sul 19-15 per Chieti. Nel secondo mini tempo Montano si erge sui suoi infilando ripetutamente il cesto, così come un buon apporto arriva da Daniel che arpiona palloni e combatte sotto canestro. Torna avanti Bologna sul 29-33 con gli abruzzesi che si limitano ai tiri da lontano. Si chiude così il primo tempo.

Chieti ricomincia proprio dalle triple trovando la soluzione ai propri guai. La Fortitudo accusa e incassa un altro break di 10 punti che ribalta l’inerzia della partita a favore di Chieti che approfitta di un’Aquila dalle polveri bagnate. Il periodo si chiude sul 47-41 per i padroni di casa dopo qualche timido tentativo ospite di aggancio. Si riparte con Chieti a bombardare con Allegretti, con la Effe che sprofonda a -17 subendo un parziale terrificante. Gli ospiti si aggrappano a Campogrande (si, avete letto bene), mandato nella mischia da Boniciolli la cui verve permette a Bologna di ridurre a 10 le lunghezze di svantaggio. Non basta però, perché Chieti scaccia i fantasmi con il solito Lilov, il quale spazza via le speranze ospiti di una rimonta che pareva, infatti, impossibile. Sipario sul 76-67.

Chieti 76: Sergio 12, Piccoli 7, Lilov 22, Monaldi 15, Armwood 7, Clemente, Piazza 3, Allegretti 10, Marchetti, Sipala, Vedovati, De Martino. All. Galli
Fortitudo 67: Daniel 15, Montano 17, Sorrentino, Raucci 4, Italiano 13, Errera, Candi 2, Rovatti, Quaglia 6, Campogrande 5, Carraretto 5. All. Boniciolli

Classifica: Brescia 24, Imola 22, Treviso, Mantova 20, Verona, Roseto 18, Bologna, Ravenna 16, Trieste, Treviglio 14, Chieti, Ferrara, Legnano 12, Jesi 10, Recanati 8, Matera 4

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *